Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 17 Dicembre 2018

itenfrdeptrues

A margine dell'ultima giornata dedicata alla serie A di ritmica vinta dalla S.G. Fabriano, abbiamo avuto il piacere di fare una simpatica chiaccherata con la ginnasta olimpica Salome Pazhava e del team Pontevecchio Bologna sua seconda famiglia e già da subito ringraziamo l'interprete Alexandra Gerasimova per l'aiuto dato nella traduzione delle domande. 

Salome intanto mi complimento per la tua prestazione di oggi che ti ha permesso di essere la prima nella specialità delle clavette. L'esibizione ha veramente colpito positivamente anche la giuria ma a questo punto ti chiedo quanto influisce nell'eseguire l'esercizio al meglio la preparazione mentale ovvero quanto ti ha aiutato gestire il proprio stato d'animo prima, durante e dopo l'esecuzione.

"Grazie intanto per darmi la possibilità di ringraziare le mie compagne della Pontevecchio Bologna che sono per me più che atlete autentiche sorelle protagoniste con me di tante belle gare oltre a tutte le allenatrici che ogni giorno ci aiutano a crescere.

Tornando alla tua domanda dico che è davvero importante essere preparati non solo con una buona tecnica ma anche avere avuto la possibiltà di lavorare e formare il proprio interiore ...il proprio spirito. Infatti non basta soltanto essere brave in tecnica."

In passato tu hai avuto due infortuni che hanno rallentato e creato non pochi problemi alla tua carriera eppure hai sempre ricominciato più forte di prima...Quindi se ho ben compreso oltre che alla palestra ti sei allenata anche nel tuo animo facendo dell'evento negativo una ragione positiva e propositiva da sviluppare...

"Esatto! E' bello essere pronte a sfide sempre più grandi di noi ma è altrettanto bello superarle sapendo di averle gestite al meglio."

Siamo ormai alla conclusione del 2018 e l'anno prossimo sappiamo tutti che è quello dei test event verso Tokyo2020...

"(sorride) E' vero e ci tengo a dire che sento una grande responsabilità ma non solo verso il mio Paese ma anche verso le stesse mie amiche di squadra che giorno dopo giorno non si risparmiano a incoraggiarmi. Sono molto determinata e responsabilizzata al punto che farò tutto il possibile per non deludere chi mi vuole bene!"

A questo punto le fanno eco Laura Specchiulli compagna di squadra di Salome e Anna Bentivogli responsabile della Pontevecchio ritmica Bologna che aggiungono

" Noi abbiamo capito che non serve dispiacersi o peggio ancora provare una profonda delusione quando non si vince ma siamo, al contrario, vincenti perchè abbiamo capito quanto possa essere importante lavorare e crescere insieme dove tutti contribuiscono al risultato finale. Del resto che mondo sarebbe se tutto fosse scontato...la gioia della scoperta o del buon risultato è già di per se una grande vittoria ed è quello che tentiamo di trasmettere a chi si avvicina al nostro sport senza dimenticare che un giorno quando le più grandi smetteranno saranno capaci di affrontare le problematiche della vita al meglio".

E dopo l'intervista una bella foto di gruppo dove sono presenti l'interprete Alexandra Gerasimova, le ginnaste Laura Specchiulli, Sofia Rosa, Alessandro Granatieri (ricordiamo anche l'assente Giulia Mazzacurati), Sofia Dolcini, Chiara Ferri, Greta Evangelisti, Valentina Staffa, Sofia Sfogliaferri, Iolanda Granatieri, la responsabile del team Anna Bentivogli e naturalmente Salome Pazhava

Classifica Finale Ginnastica Ritmica Serie A 2018

 

1° posto Campione d'Italia S.G. FABRIANO punti 410,800

         2° posto argento 2018 A.S. Udinese  punti 396,600

         3° posto bronzo 2018  Armonia d'abruzzo punti 383,650

Appuntamento a domani alle ore 9 per la cronaca live della giornata conclusiva Serie B nazionale.

Sulla pedana del Palasport di Sansepolcro (Arezzo) sabato 15 e domenica 16 Dicembre si disputerà la quarta e ultima giornata del Campionato di Serie A e B di Ginnastica Ritmica, organizzata dalla “S.G. F. Petrarca 1877”.
Le autorità locali, a seguito del grave incidente avvenuto a Corinaldo lo scorso fine settimana, hanno deciso di disporre per ragioni di sicurezza la riduzione della capienza dell’impianto ad 800 posti.
Nella nota condivisa sul sito della Federazione Ginnastica d’Italia è stato raccomandato alle società in gara di coinvolgere solo il personale necessario per lo svolgimento dell’attività e al pubblico di recarsi alla biglietteria con largo anticipo per l’acquisto dell’entrata.
Inoltre, vista la situazione di emergenza, è stata disposta su volare.tv la diretta gratuita della tappa finale di Serie A, che andrà in onda dalle 16:00 alle 21:45 di sabato, mentre invece la Serie B di domenica non sarà trasmessa.

Al PalaGuerrieri di Fabriano, è andata in scena la penultima delle quattro prove del campionato di Serie A e B di Ginnastica Ritmica, organizzata dalla Società Ginnastica Fabriano e che nonostante l’assenza di alcune delle “straniere”, questo fine settimana impegnate a Bilbao per l’Euskalgym, ha regalato spettacolo in pedana e qualche sorpresa in classifica.

A vincere la tappa è stata ancora una volta la Società Ginnastica Fabriano che con il punteggio complessivo di 97.000 ha conquistato la prima posizione. Le ragazze allenate da Kristina Ghiurova e Julieta Cantaluppi (Milena Baldassarri, Sofia Raffaeli, Talisa Torretti, Serena Ottaviani) sono le campionesse in carica e la vittoria in casa è un altro passo verso la conquista del secondo scudetto.
 
Seconde classificate con 94.300 le ragazze dell’Armonia d’Abruzzo (Alessia Russo, Caterina Allovio, Vlada Nikolchenko, Alice Capozucco) che migliorano di una posizione rispetto alle precedenti prove di Forlì e Desio.
 
Terzo posto per le torinesi dell’Eurogymnica (Nina Corradini, Alessia Leone, Giulia Turolla, Laura Golfarelli, Eleni Kelaiditi) che con il punteggio di 91.850 salgono sul gradino più basso del podio, migliorando di ben quattro posizioni quanto fatto tre settimane prima a Desio.
 
Niente da fare invece per le ginnaste dell’Udinese che rimangono fuori dal podio a seguito di una serie di gravi errori negli esercizi a clavette e nastro, tra cui un fuori pedana commesso da Alexandra Agiurgiuculese durante l’esercizio col nastro.
 

Per dovere di cronaca, diamo anche i risultati della Serie B, andata in pedana nella mattinata odierna: la vittoria è andata alla Polimnia Ritmica Romana (Elisa Todini, Egizia Bergesio, Giulia Pezzella, Martina Gargaro, Elizabeta Havryliv) che il punteggio di 76.950 riconferma quanto fatto nella tappa precedente di Desio. Con loro sul podio, le liguri dell’Auxilium di Genova (Alice Taglietti, Ilaria Puglia, Giada Scognamillo, Nicole Parisi) con 76.150 e le sarde della Ritmica 2000 (Sara Sarritzu, Marina Angius, Valeria Matta, Francesca Serra, Claudia Cara) di Quartu Sant’Elena, che hanno concluso con il totale di 75.550.
Ritirata la squadra Doria Gym, settima dopo la seconda prova, per un disguido legato all'iscrizione della squadra.

Inoltre, prima della competizione cadetta, si è esibita la squadra Junior impegnata nella preparazione alle attività internazionali di categoria e in ritiro permanente al Centro Tecnico Federale di Fabriano, che sarà composta da Siria Cella, Giulia Segatori (tesserate entrambe per l’Auxilium Genova), Serena Ottaviani (Società Ginnastica Fabriano), Vittoria Quoiani (Armonia d’Abruzzo), Sofia Ellen Garcia (Aurora Fano), Simona Vilella (Kines Catanzaro) e Alexandra Naclerio (Club Giardino Carpi).

Il prossimo e ultimo appuntamento sarà il 15 e 16 Dicembre a Sansepolcro, vicino Arezzo, la cui tappa sarà organizzata dalla Società Petrarca 1877. In questa occasione, conosceremo la vincitrice del campionato di Serie A per l’anno in corso, la composizione delle squadre per la massima serie del 2019 e la vincitrice del campionato di Serie B.

Nella sezione allegati, è possibile trovare i risultati completi.

 

Lo spettacolo della massima serie dei piccoli attrezzi si sposta al PalaGuerrieri di Fabriano, il 24 e 25 Novembre.
Ad organizzare la penultima prova di Campionato sarà la Società Ginnastica Fabriano, campione d’Italia uscente.

La competizione di quest’anno avrà una formula tutta nuova, che vedrà 20 squadre in gara e che alla fine del campionato non vedrà retrocessioni, ma le prime 12 parteciperanno alla serie A1 del 2019, mentre le rimanenti 8 (con le prime 4 della B Nazionale) faranno parte della serie A2 dell’anno prossimo.

Ad aprire la competizione di sabato saranno le ginnaste della Virtus Giussano, per poi concludere con le ginnaste di casa, prime dopo le due prove di Forlì e Desio.

Ecco l’ordine di salita in pedana, che per questa Serie A sarà in ordine inverso alla classifica della prova precedente:

  • Virtus Giussano,

  • Ardor Padova,

  • Società Ginnastica Petrarca Arezzo,

  • Etruria Prato,

  • Gymnica ’96 Forlì,

  • Ginnastica Opera Roma,

  • Ginnastica Terranuova,

  • Virtus Gallarate,

  • Società Ginnastica Falciai Arezzo,

  • San Giorgio ’79 Desio,

  • Pontevecchio Bologna,

  • Ginnastica Moderna Legnano,

  • Lazio Ginnastica Flaminio,

  • Eurogymnica Torino,

  • Aurora Fano,

  • Iris Giovinazzo,

  • Raffaello Motto Viareggio,

  • Armonia d’Abruzzo,

  • A.S. Udinese,

  • Società Ginnastica Fabriano.

Nella giornata di domenica, invece, avrà luogo la terza tappa di Serie B, che sarà aperta dalla Ginnastica Ritmica Albachiara, per poi chiudersi con la Polimnia Ritmica Romana, vincitrice della seconda prova di Desio.

Ecco l’ordine di salita in pedana, che anche quello sarà in ordine inverso rispetto alla classifica della prova precedente:

  • ASD Ginnastica Ritmica Albachiara,

  • ASD Ginnastica Aretè,

  • ASD Ginnastica Estense O.Putinati,

  • ASD Doria Gym,

  • ASD U.S. Braccio Fortebraccio,

  • Ginnastica Ritmica Nervianese,

  • A.S. Ritmica 2000,

  • ASD P.G.S. Auxilium,

  • Società Ginnastica Milanese Forza e Coraggio,

  • Polimnia Ritmica Romana.

I costi per assistere alle competizioni sono di 15€ (sabato) e 12€ (domenica), mentre per i bambini al di sotto dei 6 anni l’ingresso è gratuito.

Con i Campionati del Mondo di Sofia archiviati e le Olimpiadi Giovanili ancora in corso, gli occhi del movimento ginnico italiano e internazionale sono tutti puntati su Forlì, da dove domani ripartirà la Serie A di Ginnastica Ritmica. Quest’anno, per la prima volta in assoluto, la competizione si svolgerà con un nuovo format che vedrà l’unificazione di A1 e A2, che porterà 20 squadre in pedana. Ogni squadra dovrà svolgere sei esercizi: corpo libero (solo allieve), fune, cerchio, palla, clavette e nastro.

Dopo l’esordio all’UniEuro Arena di Forlì, in programma questo fine settimana e organizzata dalla Gymnica ’96 Forlì, la Serie A continuerà il 3 e 4 Novembre a Desio, per poi proseguire a Fabriano il 24 e 25 Novembre e concludersi ad Arezzo, nel weekend del 15 e 16 Dicembre.

C’è moltissima attesa per rivedere in pedana le nostre azzurre che quest’anno si sono distinte in campo internazionale. Saranno presenti Milena Baldassarri che con la Società Ginnastica Fabriano punta a riconfermare lo scudetto vinto nel 2017 e Alexandra Agiurgiuculese, che con l’AS Udinese è intenzionata a migliorare il terzo posto dello scorso anno. Entrambe sono reduci dallo sfavillante Mondiale in terra bulgara che le ha viste ottenere risultati molto importanti: la prima ha vinto un argento nella finale col nastro, la seconda un bronzo in quella con la palla ed entrambe hanno concluso tra le prime 10 ginnaste al mondo. Assieme a loro ci sarà anche Alessia Russo, bronzo con Milena ed Alexandra nel concorso per nazioni, che gareggerà con la squadra dell’Armonia d’Abruzzo, sette volte campione d’Italia.

Inoltre, c’è una grandissima attesa per conoscere i nomi delle ginnaste straniere che contribuiranno ai risultati delle squadre. Nonostante l’importante assenza delle gemelle Averina, tra i nomi che spiccano troviamo quello dell’israeliana Linoy Ashram (vicecampionessa del mondo 2018) che scenderà in pedana con il body dell’A.S. Udinese. Vedremo in pedana anche l’ucraina rivelazione dell’anno Vlada Nikolchenko, la bielorussa bronzo europeo 2018 Katsiaryna Halkina e la georgiana Salome Pazhava, quest’ultima molto amata dal pubblico italiano.

Il giorno dopo la serie A, andrà in scena la serie cadetta che vedrà in pedana 10 squadre provenienti da tutta Italia e che svolgeranno sei esercizi ciascuna, come nella serie “regina”. L’unica differenza però, riguarda le composizioni delle squadre, che non possono portare una ginnasta di nazionalità straniera.

Nella sezione degli allegati sarà possibile scaricare la composizione delle squadre partecipanti al torneo.

Intanto, un grande in bocca al lupo a tutte le partecipanti!

Dina Averina, un concetrato di classe e tecnica di appena 18 anni che lo scorso Agosto, sul palcoscenico marchigiano di Pesaro, è stata incoronata Campionessa del Mondo. Oggi, la stella Russa ha potuto incantare nuovamente il pubblico azzurro che potrà godersi l'indiscutibile talento per tutto il Campionato Italiano di Serie A1 di ritmica.

La ginnasta, allenata da Irina Viner (Direttrice Tecnica della Nazionale), ha trascinato l'Armonia d'Abruzzo, squadra con cui partecipa al torneo a squadre italiano, dritta in vetta alla classifica della 1^ prova. Suoi i migliori punteggi al Cerchio (19.200) e al Nastro (18,250). Seconda a quota 96,200, la Ritmica Fabriano della capitana Baldassarri. Terzo posto per l'AS Udinese dell'individualista azzurra Agiurgiuculese (93,600). 

 

Subito sotto il podio, la Raffaello Motto con 89,500 punti. La classifica continua con San Giorgio (89,200 5^), Pontevecchio (86,450 6^), F. Petrarca (84,850 7^), Terranuova (82,700 8^), Ardor Coop. (80,500 9^) e Gallarate (79,400 10^).

La prossima tappa si terrà a Fabriano il 27 e 28 ottobre.

 

Questo week end, a Desio, torna in pedana la Ginnastica Ritmica con la prima tappa del Campionato Italiano di Serie A1/A2 e B. Un appuntamento dal retrogusto iridato visto che a Desio, a rievocare le emozioni dei recenti mondiali, ci saranno le più forti interpreti del momento. Tra le fila della massima serie e di quella cadetta, infatti - in prestito ai club della "lega" italiana - si sfideranno i pezzi da novanta della disciplina: Dina Averina, Linoy Ashram, Viktoriia Mazur, Katsiarina Halkina, Sabina Ashirbayeva e Neviana Vladinova. Con il body dell’Armonia d’Abruzzo, il fenomeno di Zavolzhye - reduce dal titolo All-around vinto all’Adriatic Arena - è decisa a riportare lo scudetto (sarebbe il numero otto) nelle casse delle teatine. Occhio, però, anche alle protagoniste nostrane che a settembre si sono distinte sulla pedana pesarese, a cominciare da Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri, rispettivamente portacolori dell’ASU di Udine e della Fabriano. Oppure a chi, come Anna Basta, new entry tra le Farfalle di Emanuela Maccarani, s’è tolta temporaneamente i panni della ginnasta d’insieme per sostenere la Pontevecchio da individualista.

Alle ore 16.00 di sabato 14 ottobre, le prime compagini che saliranno sul quadrato saranno quelle dell'A2 con il seguente ODL:

1 VIRTUS GIUSSANO

2 GYMNICA 96

3 ETRURIA

4 MODERNA LEGNANO

5 LAZIO GINN. FLAMINIO

6ESTENSE PUTINATI

7 POLIMNIA RITMICA ROMANA

8 RHYTHMIC SCHOOL

9 RITMICA IRIS

10 NERVIANESE

 

A seguire, in prima serata, la massima serie composta da:

1 RAFFAELLO MOTTO

2 VIRTUS GALLARATE

3 PETRARCA AREZZO

4 GINN. FABRIANO

5 TERRANUOVA

6 ARMONIA D'ABRUZZO

7 SAN GIORGIO 79 DESIO

8 UDINESE

9 PONTEVECCHIO

10 ARDOR COOP.

 

Domenica mattina, invece, sarà il turno della serie cadetta con le squadre della Serie B:

1 FALCIAI AREZZO

2 RITMICA 2000

3 EUROGYMNICA

4 OLIMPIA SENAGO

5 GINN. AURORA FANO

6 ARCOBALENO PRATO

7 LA FENICE SPOLETO

8 GINN. OPERA

9 LA COCCINELLA

10 KINESIS

Penultima tappa del Campionato di Serie A1-A2 ad alto tasso di adrenalina, organizzata dalla società Ardor di Padova. La tensione si è fatta decisamente sentire e non sono mancati errori qua e là in serie A2: sala sul gradino più alto del podio la Pontevecchio Bologna, che ha finalmente tirato fuori l'asso nella manica, ovvero la georgiana Salome Pazhava, acclamatissima dal pubblico, al rientro dall'infortunio che l'ha tormentata a Rio. Scavalcano la Moderna Legnano, che fino a metà gara aveva condotto la gara e che rimane comunque in testa nella classifica generale di Campionato. Terzo posto per la Gymnica '96, che si lasciata dietro la Ginnastica Terranuova, per pochi decimi ai piedi del podio. La quarta ed ultima tappa sarà fondamentale quindi per decidere promozioni nella serie maggiore e retrocessioni in serie B.

Nella serie A1 la San Giorgio Desio alla terza vittoria consecutiva ha praticamente cucito lo scudetto sul petto. Fondamentale l'apporto delle olimpioniche Bertolini e Ritzadinova, che con tre punteggi che superano quota 18 mettono al riparo la società desiana dagli assalti di Fabriano ed Armonia, rispettivamente seconda e terza classificata. Partecipazione speciale, del neo capitano delle Farfalle Alessia Maurelli, che ha presentato un eccellente esercizio alle clavette, con la sua società di origine Estense Putinati.

Le Farfalle, in formazione completamente rinnovata, dopo il saluto di Pagnini, Patriarca e Lodi, si sono esibite sulle note di Mozart per allietare il pubblico della Kioene Arena. La nuova squadra è composta dalle veterane Maurelli e Centofanti, insieme a Giulia Di Luca, Agnese Duranti, Beatrice Tornatore,

già in ritiro permanente in accademia, oltre alle new entry Anna Basta, Caterina Allovio e Martina Santandrea.

Quarto ed ultimo appuntamento con il Campionato più bello del mondo, il 26 novembre a Forlì.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments