Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 20 Aprile 2018

Con l’assegnazione dei titoli senior di squadra e individuali, si è conclusa la prima giornata del Trofeo Città di Jesolo -qui (LINKI) il resoconto e le classifiche delle junior. Le squadre a trionfare questo pomeriggio sono state la Russia (159.770), Brasile (159.370) e Italia (156.300). L’all around individuale invece è stato vinto dalle americane Emma Malabuyo (55.868) e Ragan Smith (54.567), seguite dalla russa Anastasia Iliankova (54.567).

L’Italia di Basile, Carofiglio, Grisetti e Mori ha fatto il proprio lavoro, pur con qualche intoppo, come la caduta di Carofiglio alle parallele o la rotazione al corpo libero che non è stata perfetta per nessuno tra cadute e uscite di pedana. Desirée Carofiglio però coinvolge però in modo particolare a quest’ultimo attrezzo, con un esercizio degno di un campionato universitario americano. Gli altri esercizi da segnalare sono quello di Basile a parallele, molto pulito e Mori al corpo libero.

Tra le individualiste è Carlotta Ferlito che ha catalizzato l’attenzione. È lodevole il fatto che abbia ripreso a gareggiare solo il mese scorso alla tappa di Serie A di Arezzo con la trave, mentre oggi è riuscita a portare anche il corpo libero. Purtroppo però nel suo attrezzo di fiducia paga una caduta dalla serie acrobatica e un piccolo sbilanciamento, mentre al corpo libero cade dalla prima diagonale e mette le mani a terra nell’ultima.

Pur classificandosi prima, la Russia soffre un po’, specialmente in quello che dovrebbe essere il loro attrezzo di punta: le parallele, dove Melnikova e Perebisonova cadono. Al corpo libero fanno mediamente bene, tranne per qualche errore sempre di Melnikova e di Eleonora Afanasyeva (nessuna parentela con la ben più nota Ksenia). A trave spiccano solo Perebisonova e Iliankova.

Per quanto riguarda il Brasile, Barbosa e Saraiva si confermano trascinatrici. Entrambe fanno bene in tutti gli attrezzi, specialmente al corpo libero, dove però è Flavia a rubare la scena e a prendersi più applausi del palazzetto, seppur con qualche insicurezza in più.

Anche la Cina non fa benissimo, ma alle parallele sanno il fatto loro. Anche al corpo libero risultano molto pulite ed espressive.

Per la Romania la trave si mostra come attrezzo più ostico: Holbura e Ocolisan cadono dalla serie acrobatica, ma si riscattano tutte al corpo libero. L’incubo rumeno per le parallele sembra quasi tenuto sotto controllo. Oggi le ragazze hanno presentato esercizi molto semplificati, ma ben eseguiti tutto sommato, l’unica a cadere dal passaggio dallo staggio alto a quello basso è la Ivanus.

Malabuyo e Smith continuano il dominio statunitense e vincono oro e argento individuale. Emma Malabuyo porta in gara un esercizio al corpo libero con molte difficoltà ma forse con poca esecuzione e un esercizio a parallele in cui riscontra una piccola difficoltà iniziale per poi continuare molto bene. Ragan soffre un po’ al corpo libero dove esce di pedana, ma si riprende con un buon esercizio alle parallele e uno ottimo alla trave, con elementi ben stoppati.

Domani le finali di specialità.

 

Classifiche senior

Squadre

1.Russia (159.770)

2.Brasile (159.370)

3.Italia (156.300)

 

All Around

1. Emma Malabuyo USA 55.868

2. Ragan Smith USA 55.166

3. Anastasiia Iliankova RUS 54.567

4. Angelina Melnikova RUS 54.5

5. Grace McCallum USA 53.933

6. Jade Barbosa BRA 53.766

7. Adeline Kenlin USA 53.468

8. Flavia Saraiva BRA 53.466

Al PalaArrex di Jesolo si è conclusa la prima metà della giornata di gara di oggi. Il concorso generale a squadre ha visto vincere l’Italia (161.770), seguita dalla Russia (159.170) e dalla Francia (156.500). Mentre l’all around individuale è stato vinto da Vladislava Urazova (RUS 54.600), Giorgia Villa (ITA 54.533), Celia Serber (FRA 55.567).

Eccellente prova per l’Italia, quindi, che si è contraddistinta a tutti gli attrezzi, specialmente alle parallele e al corpo libero. È Iorio che si mostra bene sugli staggi, portando un esercizio con difficoltà alte, come ad esempio l’Ezhova, il passaggio di schiena dallo staggio alto a quello basso con mezzo giro. Per Villa un’ottima prestazione, premiata dall’argento individuale, specialmente a parallele e corpo libero. A trave qualche sbilanciamento ma niente di grave che abbia condizionato la gara.

La Russia, nonostante il secondo posto, ha avuto qualche problema, soprattutto a parallele, dove Gerasimova cade e il suo punteggio (12.333) tarda a uscire, facendo aspettare la compagna Klimenko, la quale cade anche lei dall’esercizio. Nemmeno gli esercizi a trave sono stati perfetti: Belousova cade dall’Onodi e Urazova commette una serie di sbilanciamenti. Le ha salvate il corpo libero, da segnalare quello di Klimenko e di Urasova (sulle note di “Bella Ciao”).

La Francia che conquista il terzo posto sembrerebbe una sorpresa, ma la squadra ha fatto una buona prova, in particolare a parallele e al corpo libero, dove le quattro ginnaste sono risultate molto espressive e dinamiche.

Gli USA non brillano particolarmente, Tori Tatum finisce al settimo posto e Sidney Barros deve concludere la gara dopo il volteggio, a causa di un infortunio (non grave) alla caviglia. Nemmeno la Cina è riuscita ad avvicinarsi al podio, a causa di molte cadute e imprecisioni, come alla trave. Yin Sisi è stata molto coinvolgente e precisa al corpo libero. Bene la Romania, soprattutto a trave dove le ginnaste non hanno commesso cadute.

Oggi pomeriggio le gare senior individuali e di squadra.

Classifiche junior

Squadre

1. Italia- 161.770

2. Russia- 159.170

3. Francia- 156.500

4. Gran Bretagna- 151.600

5. Cina- 150.370

6. Romania- 149.470

7. Brasile- 147.030

8. Canada- 146.770

9. Germania- 146.300

All Around (Prime 8 posizioni)

1. Vladislava Urazova RUS- 54.6

2. Giorgia Villa ITA- 54.533

3. Celia Serber FRA- 53.567

 

4. Elisa Iorio ITA- 53.434

5. Asia D'Amato ITA- 52.766

6. Daria Belousova RUS- 52.334

7. Tori Tatum USA- 52.3

8. Phoebe Jakubcyk GBR- 51.667

Oggi al PalaArrex di Jesolo inizia l'edizione 2018 del Trofeo Città di Jesolo. Nonostante la defezione degli Stati Uniti, quest'anno il numero dei partecipanti è aumentato. Gareggeranno vecchie e nuove conoscenze e forse, per una volta, i risultati non saranno così scontati come potevano essere gli anni precedenti.

Il concorso di squadra junior

L'Italia usa una formazione già ben stabilizzata per il concorso a squadre con Asia D'Amato (la gemella Alice è in ripresa da un infortunio), Elisa Iorio, Giorgia Villa (che proprio qui l'anno scorso si infortunò) e Alessia Federici, una "new entry" rispetto alle altre tre.

Questa per le azzurrine sarà una prova diversa: infatti, se già con la formazione USA si sono confrontate ai Gymnix 2017 e 2018, nonché allo stesso Trofeo Città di Jesolo dell'anno scorso, oggi possono mettersi alla prova anche con la seconda squadra al mondo, la Cina. In ottica Tokyo 2020 sarà molto interessante vedere lo scontro tra le nostre e una squadra junior cinese che raramente si vede in campo gara. 

Attenzione però anche al Brasile e alla Gran Bretagna. Entrambe vengono da una scuola abbastanza recente, sviluppatasi attorno alle ultime due edizioni olimpiche (Londra 2012 e Rio 2016) e che hanno saputo sfruttare in modo continuativo ancora oggi.

Purtroppo, la Romania non può essere (ancora) considerata per il podio. È encomiabile però il fatto che la Federazione –la cui vice-presidentessa è l'ex campionessa olimpica Simona Amanar- stia cominciando da capo un percorso di riorganizzazione tecnico, dopo il disastro di Glasgow 2015/Rio 2016.

Il concorso di squadra senior

La Cina può essere grande protagonista, anche se la squadra non è ben consolidata: solo Luo Huang ha partecipato ad un mondiale, quello di Montreal 2017. Dovranno comunque vedersela con la Russia, capitanata da un’inarrestabile Angelina Melnikova e al Brasile delle ormai “veterane” Flavia Saraiva e Jade Barbosa.

Sicuramente potrà trovare il suo spazio anche l’Italia, nonostante possa risentire della mancanza di Elisa Meneghini, con due squadre definitive: la prima composta da Martina Basile, Lara Mori, Desiree Carofiglio e Giada Grisetti; la seconda composta da Sara Berardinelli, Caterina Cereghetti e Francesca Noemi Linari.

Per la Romania vale lo stesso discorso della squadra junior, nonostante Golgota (campionessa europea junior al corpo libero 2016), Ghiciuc e Ocolisan siano già abituate ai campi gara internazionali, mentre per Ivanus sarà la prima volta.

 All around junior

Il concorso generale junior è un’incognita, possiamo fare affidamento alle nostre italiane, specialmente Asia D’Amato che allo scorso Gymnix è arrivata seconda, due posizioni avanti alla russa Gerasimova, presente anche lei oggi. Tra le russe spicca anche Ksenia Klimenko, vincitrice degli EYOF lo scorso anno.

All around senior

A livello senior sarà una bella gara tra le “grandi”: la russa  Melnikova, la brasiliana Saraiva, e le americane Smith e Malabuyo. L’ultima si presenta con un esercizio al corpo libero spettacolare e una combinazione a trave con arabian + enjambé + enjambé.

Potete seguire la gara sul sito Volare TV o sul nostro account Instagram @ginnasticandoit.

A Desio il 03 Marzo 2018 si terrà per il sesto anno consecutivo l'appuntamento annuale con la competizione internazionale di ginnatica ritmica "Trofeo città di Desio " che vedrà impegnate la Federazione italiana contro la Federazione Spagnola. 

Per entrambe le delegazioni saranno impegnate sulla pedana lariana le individualiste junior, le individualiste senior e la squadra senior.

Per l' Italia ancora non è uscita la circolare ufficiale con i nomi delle partecipanti ma possiamo presumere che saranno presenti le senior Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri nonché le atlete della nazionale capitanata da Alessia Maurelli: Martina Centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea, Anna Basta e Letizia Cicconcelli. Rimaniamo in attesa dei nominativi per la sezione Junior e di eventuali ulteriori Senior. 

Per la Spagna saranno presenti come individualiste junior Paula Serrano, Olatz Rodriguez, Elisa Pérez e Leire Rovira; individualiste senior Polina Berezina e Maria Ano e la squadra senior sarà rappresentata da Clara Esquero, Ana Gayan, Monica Alonso, Alba Polo, Victoria Cuadrillero, Lia Rovira e Sara Salarrullana.

Il costo del biglietto sarà di 12.00 Euro, gratuito per bambini fino ai 3 anni. Sarà possibile acquistarli presso il Palabancodesio dal 19 Febbraio a partire dalle 17.30 fino alle 20.30.

Il 03 Marzo , giorno della competizione, la biglietteria aprirà alle ore 14.00. 

 

Shawn Johnson è in Italia! Poche ore fa sull’account Instagram della grande campionessa olimpica sono state pubblicate due foto che ritraggono l’ex ginnasta in compagnia del marito Andrew East in una delle più belle e suggestive città italiane: Venezia!
Nella prima foto la coppia posa davanti il meraviglioso Ponte di Rialto, mentre in quella più recente Shawn, seduta in un bar, gusta un cappuccino indossando il cappotto del marito. L’ultimo post sull’ig di Andrew, invece, risale a ieri, quando i due sportivi erano nei pressi del Ponte dei Sospiri.

Dando uno sguardo ai loro profili si può notare che i due sposini sono già da giorni in giro per l’Europa. Inoltre, come già preannunciato stamattina da Shawn con l’hastag #vloglife, presto sarà possibile guardare il vlog della loro vacanza in Italia sul canale YouTube della ginnasta (clicca qui), insieme a quelli delle altre grandi città già visitate.

Come ogni anno post-olimpico, il 2017 può essere considerato una sorta di anno di passaggio per la ginnastica artistica. Certo, ci sono state competizioni importanti come gli Europei in Romania o i Mondiali a Montreal, ma la strada per Tokyo 2020 inizia effettivamente nel 2018.

Quest’anno sapremo le prime squadre qualificate alle prossime Olimpiadi grazie ai podi dei mondiali di Doha (ottobre), ma non solo: tanti sono i ritorni, come quelli più attesi di Simone Biles e di Aliya Mustafina, come anche le nuove promesse dell’annata 2002 per la femminile (Martina Basile, Sidney Saturnino, Sofia Arosio e Maria Vittoria Cocciolo per l’Italia) e 2000 per la maschile.

I campionati europei cambiano periodo: non più in primavera ma in piena estate. Sarà Glasgow ad ospitare ancora una volta una rassegna così importante che non riguarderà solo la ginnastica ma anche nuoto, ciclismo, golf e canoa. Dopo il successo enorme dei Mondiali 2015 la città scozzese è pronta a diventare Capitale Europea dello Sport.

Lo spostamento dei campionati europei fa sì che anche gli appuntamenti italiani vengano distribuiti nella prima parte dell’anno. La Serie A (A1, A2 e B) inizierà a marzo ad Arezzo e finirà a Torino a giugno, con una tappa intermedia (maggio) al Forum di Assago, organizzata dalla Ginnastica Meda.  Anche il Trofeo Città di Jesolo subirà uno slittamento alla seconda settimana di aprile, mentre gli Assoluti si terranno a Riccione a luglio.

Questo sarà l’anno dei giochi multisportivi. Oltre ai già citati Europei di Glasgow, la ginnastica sarà protagonista anche dei Giochi del Mediterraneo a Tarragona, Spagna (che vedrà impegnata anche l’Italia), i Giochi del Commonwealth a Gold Coast, Australia (a cui partecipano gli stati dell’ex Impero Britannico) e gli Asian Games.

Se i senior saranno impegnati ad ottobre con i Mondiali di Doha, primissima volta per uno stato mediorientale (dopo aver ospitato una tappa di CdM), i junior dovranno vedersela qualche settimana prima con i Giochi Olimpici Giovanili a Buenos Aires (Argentina).

Le coppe del mondo sono divise in tre categorie: CdM di Specialità, che permetterà la qualifica di ginnasti specialisti ai singoli attrezzi alle prossime Olimpiadi; CdM individuale, che vede i ginnasti partecipare all’All Around qualificati a seconda delle posizioni ottenute dalle nazioni agli scorsi mondiali; CdM World Challenge Cup, gare di specialità che però non porteranno ad una qualificazione olimpica.

Di seguito il calendario completo.

 

Febbraio

22-25 CdM di Specialità – Melbourne (AUS). Questa è la seconda tappa, poiché la prima del circuito si è svolta a Cottbus (GER) a novembre 2017.

 

Marzo

2-3 Serie A – Arezzo (ITA). Prima tappa di Serie A italiana.

3 CdM Individuale – Chicago (US). Prima Tappa, detta anche American Cup. Parteciperanno la campionessa mondiale Morgan Hurd e Yul Moldauer, bronzo a Montreal 2017.

17 CdM Individuale – Stoccarda (GER). Seconda tappa. Tra il 16 e il 18 si terrà anche una gara a squadre tra nazioni.

15-18 CdM Specialità – Baku (AZE). Terza tappa.

21-22 CdM Individuale – Birmingham (UK). Terza tappa.

21-24 CdM Specialità – Doha (Qatar). Quarta tappa. Sarà il banco di prova per i mondiali che si terranno sette mesi più tardi.

 

Aprile

5-13 Commonwealth Games – Gold Coast (AUS)

14 CdM Individuale – Tokyo (JAP). Quarta e ultima tappa.

14-15 Trofeo Internazionale Città di Jesolo – Jesolo (ITA). Sono già confermate: USA, Italia, Russia, Romania, Germania, Gran Bretagna, Canada e Francia.

 

Maggio

4-5 Serie A – Assago (ITA). Dopo la tappa del 2015, Ginnastica Meda riporta la ginnastica italiana al Mediolanum Forum di Assago.

24-27 CdM WCC – Osijek (CRO). Prima tappa.

31-3 giugno CdM WCC – Koper (SLO). Seconda tappa.

 

Giugno

8-9 Serie A – Torino (ITA). Terza e ultima tappa. Chi saranno le squadre che conquisteranno i titoli italiani e chi retrocederà?

14-17 CdM WCC – Guimaraes (POR). Terza tappa.

22-1 luglio Giochi del Mediterraneo -  Tarragona (SPA). Uno degli appuntamenti a cui l’Italia non è mai mancata. I Giochi dovevano tenersi nel 2017 ma per motivi organizzativi sono slittati a quest’anno.

 

Luglio

6-8 Campionati Assoluti – Riccione (ITA). Tutte le ginnaste e i ginnasti italiani più forti si sfideranno per i titoli assoluti e per un posto agli imminenti Europei di Glasgow.

6-8 CdM WCC – Mersin (TUR). Quarta tappa nella città dei Giochi del Mediterraneo 2013.

 

Agosto

2-12 Campionati Europei – Glasgow (UK).

18-2 settembre Asian Games – Jakarta (RI).

 

Settembre

21-23 CdM WCC – Szombathely (HUN). Quinta tappa.

27-30 CdM WCC – Parigi (FRA). Sesta e ultima tappa.

 

Ottobre

6-18 Youth Olympic Games – Buenos Aires (ARG).Dopo Rio 2016 le Olimpiadi tornano in Sud America con la versione per junior.

25-3 novembre Campionati Mondiali 2018 – Doha (QAT). Il Qatar vuole diventare il centro mondiale dello sport e la ginnastica ne sarà protagonista. L’Aspire Dome accoglierà i ginnasti migliori del mondo che non avranno sicuramente problemi di spazio, essendo l’arena indoor più grande del mondo.

 

Novembre

22-25 CdM Specialità – Cottbus (GER). Prima tappa. Ricomincia da qui il circuito che vedrà alla fine del 2019 qualificare i migliori ginnasti agli attrezzi per Tokyo 2020. 

La seconda tranche di gara degli Junior è stata dedicata alla Coppia, al Trio e al Gruppo. Italia presente in tutte le specialità.

Davide Nacci e Alessandra Maggiore – saliti in pedana come primo duo degli otto qualificati – conquistano 19.800 punti (D. 2.4 – A. 8.9 – E. 8.5) e il quinto piazzamento finale. L’altra formazione azzurra, invece, composta da Matteo Falera ed Elisabetta Verderio, si è presentata sulla pedana del Pala Prometeo Estra come quinta coppia in ordine di salita. Performance esplosiva per i due ginnasti classe 2001 e 2002 che raggiungono quota 19.450 punti (D. 2.45 – A. 8.7 – E. 8.3) e la settima posizione alle spalle dell’altra formazione russa formata da Kuritsyn/Golubeva che ha totalizzato 19.650 punti.

Dopo l’argento nel singolo maschile ecco che ne arriva subito un altro: Davide Nacci trascina il suo Trio – in squadra con Blasi e Sebastio – a quota 20.550 (D 2.850 – A 9.050 E 8.650) e al secondo gradino del podio continentale juniores, replicando l’argento che Anzalone, Pugliese e Giugno vinsero nell'edizione di Coimbra del 2005. Due decimi il distacco dalla Turchia, che grazie a Onbasi/Ersos/Sahin mette in bacheca il titolo detenuto proprio dall’Italbaby due anni fa in Portogallo. Terza l’Ungheria (19.550), in vantaggio su Romania (19.200) e sulla seconda formazione azzurra in pedana con Cutini/Ferragina/Foresi (19.150).

I Gruppi hanno chiuso le finali riservate alla categoria junior dei X Campionati Europei di Ginnastica Aerobica. Otto gruppi – per un totale di 40 ginnasti – hanno offerto un grande spettacolo al pubblico del Pala Prometeo Estra. Esercizi spettacolari ricchi di difficoltà e artisticità, caratterizzati da un ritmo coinvolgente, sono stati la ciliegina sulla torta di una mattinata di Ginnastica allo stato puro. La formazione di Ancona 2017 (Sofia Cavalleri, Camilla Cubito, Greta Picchio, Giulia Previtali e Camilla Rizzotto) - rinnovata rispetto a quella di Elvas 2015, ad eccezione della torinese dell’Amico Sport - conquista 18.750 punti (D. 1.85 – A. 8.8 – E. 8.1) e la settima posizione in classifica davanti al Portogallo, ottavo a quota 18.700. Oro per Romania (pt. 20.050), argento per la Russia (pt. 19.800) e bronzo per la Francia (pt. 19.650). Ai piedi del podio, invece, l’Ungheria con un 19 tondo. L’Italbaby lascia il posto ai compagni più grandi per le finali senior. La gara sarà riprenderà alle 15.00.

(Foto Matteo Zallocco/FGI)

Il pubblico di casa, nelle gare internazionali, è sempre una ragione in più che ti spinge a dare oltre te stesso, ed oggi si è visto! Un Italia pronta, decisa e aggressiva ha saputo dimostrare la sua levatura tecnica riuscendo a qualificarsi quasi in tutte le finali.

Tra i big, conquistano un posto per la final eight di domani la Coppia Mista Davide Donati/Michela Castoldi, duo campione iridato e vice campione europeo in carica, e gli esordienti a livello internazionale in questa specialità Emanuele Caponera e Sara Natella. Dentro anche il nuovo Trio senior e il Gruppo, quello argento mondiale a Incheon 2016, e  l'individualista Riccardo Pentassuglia. Torna in pedana, domani, anche la formazione dell'Aero Dance.

Sul fronte juniores ieri l'Italbaby ha firmato l'enplein, aggiudicandosi un posto in finale in tutte e cinque le categorie, talvolta anche con il doppio esercizio (possono qualificarsi due formazioni per Nazione). Protagonisti della giornata di sabato sono stati Davide Nacci, Francesco Sebastio e Camilla Cubito nelle rispettive prove individuali, il Trio e la Coppia Mista  - con entrambe le formazioni – e il Gruppo. Il risultato complessivo è valso, alla squadra giovanile allenata da Simona Scotto ed Emiliano Granzotto, il bronzo nel team ranking.

Domani, a partire dalle 10.00, torniamo tutti a tifare Italia per le finali junior e senior. Forza Azzurri!

Ci si avvicina sempre di più al Trofeo più atteso dell'anno e Jesolo si inizia a popolare con l'arrivo, pian piano, di tutte le delgazioni. La più attesa, oltre agli Stati Uniti (già arrivati martedì), è certamente la squadra di casa, l'Italia.

Proprio questa mattina, la Federazione Ginnastica d'Italia ha diramato la circolare ufficiale di convocazione per la gara. Ecco tutte le ginnaste:

GINNASTE SQUADRA SENIOR

  • Carofiglio Desiree
  • Grisetti Giada
  • Linari Francesca Noemi
  • Maggio Martina

GINNASTE RAPPRESENTATIVA SENIOR

  • Berardinelli Sara
  • Cereghetti Caterina
  • Busato Sofia
  • Mori Lara

 

GINNASTE SQUADRA JUNIOR

  • D'Amato Alice
  • D'Amato Asia
  • Iorio Elisa
  • Villa Giorgia

GINNASTE RAPPRESENTATIVA JUNIOR (2002-2003)

  • Basile Martina
  • Ciammarughi Benedetta
  • Saturnino Sydney
  • De Tullio Matilde

GINNASTE RAPPRESENTATIVA JUNIOR (2004)

  • Federici Alessia
  • Campagnaro Camilla
  • Cotroneo Giulia
  • Marinelli Simona

GINNASTE INDIVIDUALISTE (2005)

  • Mandriota Veronica
  • Morabito Marta
  • Napolitano Serena

Ad accompagnare le squadre azzurre, saranno i tecnici Monica Bergamelli, Paolo Bucci, Stefania Bucci, Mauro Di Rienzo e Monia Marazzi per le Senior. Marco Campodonico, Vanessa Ferrari, Anna Sassone e Camilla Ugolini, invece, per le junior.

 

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

Top News

Calendario

« Aprile 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30