Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 19 Novembre 2018

Con la cerimonia di chiusura si sono chiuse a Buenos Aires le terze Olimpiadi Giovanili.

Al termine di questa edizione, la prima in Sud America, l’Italia chiude al quarto posto il medagliere con 41 medaglie, 16 d’oro, 12 d’argento e 13 di bronzo (incluso quelle conquistate nelle competizioni per team misti) e preceduta da Russia, Giappone e Cina.

La Ginnastica ha dato un grande contributo a questo eccellente risultato: da essa sono arrivate 6 medaglie (4 ori, 1 argento e 1 bronzo) dalle nostre Giorgia Villa (Ginnastica Artistica) e Talisa Torretti (Ginnastica Ritmica), la prima tre volte sul gradino più alto del podio e la seconda d’oro nel concorso multidisciplinare.

Qui sotto, il riepilogo delle medaglie.

ORO
Davide Di Veroli (Scherma, Spada)
Alberto Zamariola e Nicolas Castelnovo (Canottaggio, Due Senza)
Davide Di Veroli e Martina Favaretto (Scherma, team misto continentale)
Veronica Toniolo (Judo, team misto internazionale)
Thomas Ceccon (Nuoto, 50 sl)
Talisa Torretti (Ginnastica, evento multidisciplinare team misto internazionale)
Alessio Crociani (Triathlon, staffetta mista continentale)
Giorgia Speciale (Vela, windsurf techno 293+)
Cristiano Ficco (Sollevamento Pesi, 85 kg)
Giorgia Villa (Ginnastica Artistica, concorso generale, volteggio, corpo libero)
Giovanni Toti (Badminton, staffetta team misto internazionale)
Giacomo Casadei - in sella a Darna Z (Sport Equestri, salto ostacoli individuale)
Sofia Tomasoni (Vela, kiteboard TT:R)
Martina La Piana (Pugilato, -51 kg)

ARGENTO
Martina Favaretto (Scherma, Fioretto)
Giacomo Casadei - in sella a Darna Z – (Sport Equestri, salto a ostacoli a squadre continentali)
Vincenzo Maiorca (Sport rotellistici, combinata sprint 500 metri)
Thomas Ceccon (Nuoto, 200 misti e 50 dorso)
Marco De Tullio (Nuoto, 400 stile libero)
Alessia Nobilio (Golf, individuale)
Alessandra Cortesia (Break Dance, squadra mista internazionale)
Nicolò Renna (Vela, windsurf techno 293+)
Giorgia Villa (Ginnastica Artistica, parallele asimmetriche)
Dalia Kaddari (Atletica, 200 m)
Claudia Scampoli e Nicol Bertozzi (Beach volley)

BRONZO
Federico Burdisso (Nuoto, 100 farfalla, 200 farfalla)
Alessio Crociani (Triathlon)
Giorgia Valanzano (Sport rotellistici, combinata sprint 500 metri)
Thomas Ceccon (Nuoto, 100 dorso)
Gabriele Caulo (Taekwondo, -63 kg)
Federico Burdisso, Thomas Ceccon, Marco De Tullio e Johannes Calloni (Nuoto, 4x100 stile libero)
Assunta Cennamo (Taekwondo, -63 kg)
Marco De Tullio (Nuoto, 800 sl)
Carmelo Alessandro Musci (Atletica, peso)
Niccolò Filoni (Pallacanestro 3x3, dunk contest)
Talisa Torretti (Ginnastica Ritmica, all-around)
Rosario Ruggiero (Karate, kumite -68 kg)

Incredibile! Non vi è aggettivo più adatto per descrivere l'avventura di Giorgia Villa alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires in corso di svolgimento, perchè l'azzurrina non avrebbe saputo fare meglio concludendo con l'oro al corpo libero la sua avventura in terra argentina. 

Dopo la storica medaglia d'oro nel concorso generale Giorgia Villa ha saputo confermarsi come la migliore ginnasta junior al mondo sulla pedana del corpo libero con un 13.300 (4.8 D) che ha lasciato indietro la britannica Amelie Morgan e l'ucraina Anastasia Bachynska. Pulizia, potenza e precisione estrema sui salti hanno caratterizzato il suo esercizio, convincendo i giudici ed incantando il pubblico presente.

La precisione che l'ha distinta anche sulla tavola il giorno prima, con l'esecuzione di uno yurchenko con doppio avvitamento che non ha lasciato alcun dubbio alla giuria a darle 14.600, che insieme al 13.866 del secondo salto la fa terminare a una media di 14.233, lasciando dietro di sé l'ungherese Csenge Bacskay e la canadese Emma Spencer.

Tre sono i titoli iridati con cui fa ritorno a casa la ginnasta in forza alla Brixia, un bottino storico insieme all'argento alle parallele asimmetriche ed un quarto posto alla trave.

La ginnasta accompagnata dal tecnico Marco Campodonico ha saputo bissare il successo di Carlotta Ferlito ai Giochi del 2010, che pur con tre medaglie non raggiunse l'oro, mettendo una grosso punto esclamativo su quelle che saranno le prossime competizioni che la vedranno coinvolta tra le senior, perchè dal 2019 la 15enne bergamasca farà il salto di categoria.

Di questo 2018 si dirà che è stato l'anno di Giorgia iniziato con l'oro Nazionale All Around, per ribadire il suo talento prima come Campionessa Europea Junior e infine come Campionessa Olimpionica Giovanile, possiamo dire la più forte Ginnasta Junior al Mondo.

E' l'alba a Ponte San Pietro piccolo comune italiano di 11.508 abitanti della provincia di Bergamo, in Lombardia.

Piccolo come Giorgia Villa appena 15 enne che in questi luoghi è nata.

La notizia comincia a circolare e lo stupore cede il passo alla soddisfazione. Giorgia è campionessa olimpica juniores nella specialità All around.

Ci ha creduto fino in fondo e alla fine è riuscita a salire sul podio più alto davanti ad altre due stelle dell'artistica giovanile la britannica Amelie Morgan e l'ucraina Anastasiia Bachinska.

Attrezzo dopo attrezzo, sin da subito si comprendeva che non avrebbe fatto semplicemente la parte della comparsa ma avrebbe mirato al ruolo più importante di protagonista con un inequivocabile 14,566 al volteggio.

Gli impegni continuano per Giorgia con le finali di specialità dove tutto è possibile.

Dall'anno prossimo la giovane ginnasta inizierà un nuovo percorso negli Assoluti arrivandoci con un palmares di tutto rispetto che sicuramente visti i presupposti potrebbe riservarle altre piacevoli soddisfazioni.

 

Antonio Rossano

Ginnasticando.it

All’America Pavillon di Buenos Aires la ginnastica artistica ha aperto la terza rassegna delle Olimpiadi Giovanili (Youth Olympic Games), con Giorgia VillaLay Giannini rappresentanti azzurri.

 

In questa prima giornata di qualificazione, la femminile ha iniziato al corpo libero. Giorgia Villa chiude al secondo posto della classifica parziale allaround con 13.133, dietro l’ucraina AnastasiiaBachynska e davanti la russa KseniaKlimenko, qualificandosi automaticamente alla finale per attrezzo di lunedì prossimo. La ginnasta della Brixia porta in pedana un esercizio molto pulito con tzukaharaflick avanti + doppio avvitamento avanti, doppio avvitamento e doppio raccolto. 

 

La maschile, invece, ha gareggiato su due attrezzi: corpo libero e cavallo con maniglieLay Giannini è momentaneamente undicesimo con un totale di 25.666, portandosi a casa una finale al corpo libero con il quarto punteggio assoluto (13.566) e, purtroppo, un 12.100 al cavallo, che non lo fa arrivare in finale. La classifica maschile allaround parziale è guidata dal giapponese TakeruKitazono (27.633), seguito dal russo Sergei Naidin (27.466) e dal cinese Dehang Yin (27.099). 

 

Oggi, martedì 8 ottobre alle ore 14.00 locali (19.00 in Italia), andrà in scena la seconda giornata di gare con volteggio femminile, anelli e volteggio maschile. Giovedì 11 ottobre ci sarà la finale allaround maschile e venerdì 12 quella femminile. Sabato, domenica e lunedì le finali ad attrezzo. 

Le jue son fe, Giorgia Villa, classe 2003 in forza alla Brixia Brescia, è la nuova Campionessa Italiana Assoluta di artistica femminile con lo score di 55.250. La stellina di Ponte San Pietro (BG) ha staccato la compagna di nazionale e campionessa dello scorso anno, Elisa Iorio (Vis Academy), che ha chiuso la sua gara a quota 53.450.

Chiude il podio della Play Hall di Viale Carpi, Sara Ricciardi della Corpo libero Gymnastics Team, con il punteggio complessivo di 53.100. Ottima prestazione anche di Martina Maggio, ai piedi del podio con 52.200.

Questi Assoluti serviranno certamente al DTN Enrico Casella per definire gli ultimi particolari in vista del collegiale che deciderà le ginnaste che partiranno, nel mese di agosto, per i Campionati Europei di Glasgow.

Impeccabile organizzazione della Ginnastica Riccione, guidata dal presidente Francesco Poesio che, al cospetto del numero uno della Ginnastica Italiana Cav. Gherardo Tecchi, ha dimostrato la solidità del suo staff durante la kermesse ginnica. 

Attendiamo i risultati delle finali di specialità gridando un GAMBA a tutte le ginnaste qualificate!

L’International Gymnix 2018 si conclude con nuove medaglie per l’Italia junior: dopo l’oro a squadre e l’argento all around di Asia D’Amato, le azzurrine classe 2003 hanno conquistato una medaglia d’oro e due medaglie d’argento nelle finali di specialità. Il doppio avvitamento di Asia eseguito in modo impeccabile vale il primo posto al volteggio. Elisa Iorio e Giorgia Villa conquistano un bellissimo argento rispettivamente alla trave e al volteggio.

Purtroppo alla seconda giornata di gare non ha preso parte Alice D’Amato a causa dell’infortunio alla caviglia dopo il primo salto al volteggio durante la gara a squadre (non si hanno ulteriori informazioni dull’infortunio).

Di seguito le classifiche complete di ogni attrezzo.

Asia D’Amato e Giorgia Villa hanno dominato al volteggio conquistando, rispettivamente il primo e secondo posto. Di seguito la classifica completa:

1. Asia D'Amato ITA 14.600

2. Giorgia Villa ITA 14.075

3. Chiaki Hatakeda JPN 13.775

4. Zoé Allaire-Bourgie CAN 13.55

5. Shoko Miyata JPN 13.525

6. Sidney Hayn GER 13.375

7. Emma Spence CAN 13.0

8. Viktoriia Listunova RUS 12.775

Ottima l’esecuzione di Elisa Iorio alla trave che la porta sul secondo gradino del podio, alle spalle della canadese Zoé Allaire -Bourgie. Di seguito la classifica completa:

1. Zoé Allaire-Bourgie CAN 13.6

2. Elisa Iorio ITA 13.05

3. Chiaki Hatakeda JPN 13.0

4. Margaux Daveloose BEL 12.9

5. Noémie Louon BEL 12.5

6. Viktoriia Listunova RUS 11.95

7. Shoko Miyata JPN 11.75

8. Elena Gerasimova RUS 11.6

Le parallele, punto di forza dell’ Italia junior, non portano nessuna medaglia: sia Asia che Giorgia pagano una caduta durante il ricna. Giorgia completa l’esercizio in modo eccellente e, purtroppo, deve accontentarsi di un amaro quarto posto. Di seguito la classifica completa della finale di specialità alle parallele:

1. Elena Gerasimova RUS 13.70

2. Zoé Allaire-Bourgie CAN 13.40

2. Viktoriia Listunova RUS 13.40

4. Giorgia Villa ITA 12.850

5. Asia D'Amato ITA 12.150

6. Noémie Louon BEL 12.10

7. Emma Spence CAN 12.0

8. Stacy Bertrandt BEL 11.7

Altro quarto posto per Giorgia Villa al corpo libero, mentre Asia, a causa di un esercizio poco pulito, chiude al sesto posto.

1. Viktoriia Listunova RUS 13.7

2. Chiaki Hatakeda JPN 13.35

3. Elena Gerasimova RUS 13.3

4. Giorgia Villa ITA 13.25

5. Zoé Allaire-Bourgie CAN 13.2

6. Asia D'Amato ITA 12.95

7. Margaux Daveloose BEL 12.7

8. Emma Spence CAN 11.7

L’Italia si colora d’oro all’International Gymnix!

Le azzurrine Giorgia Villa, Elisa Iorio, Asia e Alice D’amato, dopo essersi imposte nella prima tappa della serie A, salgono sul gradino più alto del podio all’International Gymnix, competizione internazionale che si svolge ogni anno in Canada. Il podio è stato completato dalla Russia e dal Canada. Il team USA, che, dopo le dimissioni dell'ex direttore tecnico Valeri Liukin, ha deciso di non gareggiare, non ha potuto difendere il successo dello scorso anno, lasciando il primo posto all'Italia junior.

Nell’all around Asia D’Amato ha conquistato la medaglia d’argento con il punteggio di 53.835, a solo un decimo dalla prima classificiata, la canadese Zoe Allaire Bourgie (che ha chiuso con un punteggio di 53.935 dopo il ricorso alla trave al termine della gara). Il podio è stato completato dalla russa Victoriia Listunova (53.701).

Giorgia Villa, invece, ha chiuso la gara individuale al sesto posto, a causa della caduta alla trave (11.600) e di un’esecuzione poco pulita alle parallele. Inoltre, la rivedremo nella finale di specialità al volteggio.

Alice D’Amato ha concluso la gara con il punteggio complessivo di 52.468 e ha ottenuto la finale di specialità alle parallele. Non la vedremo al volteggio poiché dopo il primo salto ha avvertito un dolore alla caviglia e, per questo motivo, non ha eseguito il secondo salto.

Elisa Iorio, purtroppo, non è riuscita a brillare e ha pagato diversi errori alle parallele (10.634): la campionessa d’Italia, però, è riuscita a centrare le finali di specialità alla trave e al corpo libero, dove potrebbe essere sostituita da Giorgia Villa, per decisione dei tecnici.

Nonostante alcuni errori di troppo, le azzurrine classe 2003 sono riuscite a imporsi con prestazioni di alto coefficiente tecnico: l’Italia junior continua ad essere una certezza e si avvicina in modo più concreto a Tokyo 2020.

La ginnastica artistica d’Italia è pronta a ricominciare dopo una lunga pausa estiva il 2 e il 3 settembre, al PalaEvangelisti di Perugia in occasione dei campionati assoluti di ginnastica artistica maschile e femminile. Molta è l’attesa per il titolo più alto a livello nazionale, che proclamerà i nuovi campioni italiani dell’anno corrente e non solo: gli assoluti di Perugia saranno ,infatti, una gara cruciale per testare il livello di preparazione di atleti e atlete in vista dei campionati Mondiali di Montreal di ottobre.

Al maschile l’addio alla ginnastica del campione in carica Enrico Pozzo consente a Ludovico Edalli di sognare il suo terzo titolo nazionale, mentre Paolo Ottavi, altro ginnasta in lizza per il titolo, è stato costretto a rimandare il confronto a causa di un risentimento al tendine d’Achille e gareggerà solo agli anelli. Anche la campionessa in carica Vanessa Ferrari non sarà presente alla competizione, insieme alla compagna di squadra Martina Maggio, la quale, solo pochi giorni fa, ha dovuto interrompere la preparazione a causa di un infortunio al ginocchio. Questa sarà, tuttavia la gara dei grandi rientri al femminile. Assente dal campo gara da più di un anno, Enus Mariani rientra proprio in occasione degli assoluti, come pure Carlotta Ferlito ed Erika Fasana, anche se queste ultime gareggeranno solo a trave e corpo libero Carlotta, e alle parallele Erika. Rientrano anche Giorgia Villa, seppur solo alle parallele, e Martina Basile, a pieno regime nella competizione generale.

Di seguito l’elenco di tutte le ginnaste e i ginnasti ammessi alla competizione.

Per la Ginnastica Artistica Femminile:

GENERALISTE (in lizza per il concorso generale):

Arosio Sofia

Basile Martina

Berardinelli Sara

Carofiglio Desiree

Cereghetti Caterina

Ciammarughi Benedetta

D’Amato Alice

D’Amato Asia

Grisetti Giada

Iorio Elisa

Linari Francesca Noemi

Mariani Enus

Meneghini Elisa

Mori Lara

Ricciardi Sara

Saturnino Sydney

INDIVIDUALISTE (in lizza per le finali per attrezzo):

Colombo Clara

Fasana Erika

Ferlito Carlotta

Rocca Arianna

Villa Giorgia

Caterina Vitale

Per la Ginnastica Artistica Maschile:

GENERALISTI (in lizza per il concorso generale):

Belli Niccolò

Bresolin Simone

Casali Lorenzo

Castellaro Filippo

Cingolani Andrea

D’Anna Lorenzo

De Vecchis Tommaso

Edalli Ludovico

Galli Lorenzo

Garza Luca Lino

Giannini Lay

Levantesi Matteo

Lodadio Marco

Macchiati Mario

Macchini Carlo

Marzocchi Roberto

Mozzato Nicolò

Negro Paolo Miguel

Odomaro Davide

Patron Stefano

Poziello Massimo

Russo Andrea

Sarrugerio Marco

Sborchia Davide

Tagliavini Luigi

Valle Fabrizio

INDIVIDUALISTI (in lizza per le finali per attrezzo):

Alquati Mario

Bartolini Nicola

Busnari Andrea

Compagnoni Antonello

Crimi Lorenzo

Di Cerbo Gianmarco

Federici Ares

La Scala Riccardo

Maresca Salvatore

Martano Eduardo

Ottavi Paolo

Pisano Lorenzo

Porta Davide

Rubello Giovanni

Taito Emiliano

Zurlini Umberto

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments