Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 27 Giugno 2017

La Ritmica torna protagonista a livello internazionale. Dopo il Campionato Continentale di Artistica maschile e femminile appena conclusosi a Cluj Napoca (Romania) e l’ottima prova delle nostre rappresentative senior, adesso è il turno della Squadra Nazionale dei piccoli attrezzi e delle individualiste Veronica Bertolini e Alessia Russo difendere i colori azzurri. Dal 28 al 30 aprile, infatti, presso la National Gymnastics Arena di Baku, in Azerbaijan, si svolgerà la terza Coppa del Mondo del circuito internazionale 2017.

Le Farfalle, allenate da Emanuela Maccarani e dallo staff dell’Accademia di Desio, saliranno nuovamente in pedana graffiandola come vere leonesse proprio come già accaduto a Pesaro, ad inizio aprile, in occasione della prima World Cup di quest’anno, nella quale hanno conquistato un argento e due ori nel concorso generale e nelle finali di specialità. La stella della San Giorgio ’79 invece, allenata da Elena Aliprandi (impegnata questa volta al tavolo di giuria presieduto da Daniela Delle Chiaie) e accompagnata per l’occasione da Donatella Paleari, tornerà nella più grande città del Caucaso per migliorare la quinta posizione nell’All-around e i due quarti posti alle finali di cerchio e clavette dello scorso anno, dopo essere rientrata tra le migliori otto ginnaste in tutte e quattro le specialità a poche settimane dal suo esordio olimpico a Rio de Janeiro.

Per l’étoile seguita nella palestra dell’Armonia d’Abruzzo da Germana Germani, invece, sarà la sua prima prova sulla pedana azera. Un motivo in più per sperimentare su un palcoscenico altrettanto importante come quello del nono Torneo Internazionale “Città di Pesaro” – manifestazione a latere della rassegna pesarere – i frutti del suo lavoro quotidiano in palestra. Manca ormai meno di un mese all’Europeo di Budapest e le nostre punte di diamante sono determinate a dimostrare il proprio valore per assicurarsi un posto tra le ginnaste che verranno convocate dalla Direttrice Tecnica nazionale per rappresentare l’Italia nella capitale ungherese. Completano la delegazione che partirà dall’Aeroporto di Malpensa mercoledì 26 aprile la tecnica Valentina Rovetta, la coreografa Federica Bagnera, il fisioterapista Nicola Appella ed Emanuela Agnolucci, non solo in qualità di ufficiale di gara ma anche di funzionario delegato dal Presidente della Federginnastica, il cav. Gherardo Tecchi.

 

FONTE FGI

Si è da poco concluso l’ormai tradizionale appuntamento con la tappa di World Cup series di Ginnastica Ritmica che si svolge annualmente a Pesaro dal 2009.

Un appuntamento che si è trasformato in una classicissima delle competizioni ginniche e che è stato il preludio ai Mondiali che si svolgeranno nella città rossiniana dal 30 agosto al 3 settembre. Si tratta della prima volta in cui l’Italia ospiterà una competizione iridata, si spera la prima di tante altre vista l’ormai rodata macchina da competizione messa in piedi dalla Federazione Ginnastica d’Italia.

Tre giorni di gara intensi che hanno visto trionfare la scuola di ginnastica ritmica italiana, che oltre la certezza delle Farfalle, la squadra nazionale allenata dalla pluripremiata coach Maccarani, ha portato a casa una storica medaglia di bronzo nella finale di specialità al nastro individuale, vinta da Alexandra Agiurgiuculese, astro nascente del panorama azzurro, allenata da Spela Dragas e Magda Pigano. Dopo il boom dello scorso anno ai Campionati Europei juniores, Alexandra si conferma come la ginnasta su cui puntare per il prossimo quadriennio: ha concluso il concorso all-around della Wc al 13esimo posto, a causa di un erroraccio nell’esercizio con le clavette, centrando però, unica italiana, le finali di nastro e palla. Podio sfiorato anche nella finale alla palla, a pochi decimi dal bronzo.

Buon esordio stagionale anche per Veronica Bertolini, rientrata in pedana dopo l’esperienza a 5 cerchi e pronta ancora a difendere la supremazia in azzurro, chiudendo il concorso all round in 11esima posizione.

Vincitrice assoluta della tappa pesarese la russa Aleksandra Soldatova, argento per la sua compagna di squadra Dina Averina e bronzo per la bielorussa Katsiaryna Halkina, nuova ginnasta di punta della nazionale bielorussa, dopo il ritiro di Melitina Staniouta. Le finali di specialità hanno visto alternarsi le fuoriclasse russe Soldatova e Averina sul gradino più alto del podio, da segnalare anche le due medaglie di bronzo dell’outsider Laura Zeng, ginnasta statunitense che si sta imponendo sulla scena internazionale, segno che gli U.S.A. si stanno preparando a dominare anche nel mondo dei piccoli attrezzi, oltre che nella ginnastica artistica, dove sono da anni la nazione da battere.

Sul fronte squadre si fa sentire il ricambio post olimpico: squadre giovani e da poco formate, esercizi sul nuovo codice da rodare. Nel concorso generale si aggiudica la medaglia d’oro la Bulgaria (p. 37,350): anche per loro squadra completamente rinnovata che però si è mostrata subito competitiva grazie anche a due composizioni originali e ad alto tasso di difficoltà. Una splendida medaglia d’argento invece per le nostre Farfalle (p. 36,800), traghettate nel nuovo quadriennio da Capitan Alessia Maurelli e da Martina Centofanti. Alcune piccole imprecisioni hanno macchiato le loro performance ma la Maccarani si è dichiarata decisamente soddisfatta dell’esordio di questa nuova squadra, composta, oltre che dalle “veterane”, da Beatrice Tornatore, Agnese Duranti, Martina Santandrea e Anna Basta. Medaglia di bronzo per l’Ucraina (p. 34,600) che si è inserita sul podio approfittando della debacle russa nell’esercizio ai 5 cerchi, che ha relegato le campionesse olimpiche in 5^ posizione e fuori dalla rispettiva finalità di specialità.

Proprio nelle finali va in scena il trionfo delle Azzurre, che portano a casa due preziosissime medaglie d’oro: nella finale ai 5 cerchi dominano sulla Bulgaria (p. 18,150) con il punteggio di 18,700 con un D score di 10,000! Medaglia di bronzo per un’inaspettata Cina (p. 17,900), che ha presentato una composizione frizzante e con spunti originali. Nella finale di specialità del misto a funi e palle l’Italia batte la Russia (p. 18,700 anche qui con D score di 10,000 contro p. 18,100), infine medaglia di bronzo per l’Ucraina (p. 17,700).

A partire da domani avrà il via il “Torneo Internazionale Città di Pesaro”, riservato alle ginnaste individualiste senior e alle squadre junior: per l’Italia scenderanno in pedana Alessia Russo, Letizia Cicconcelli e Milena Baldassarri, con loro la piccole Farfalle guidate da Kristina Ghiurova e Julieta Cantaluppi.

Si è svolta in data 01 aprile a Sorbolo (PR) la seconda prova del campionato regionale Lc Ld che ha assegnato il titolo di campione regionale.

Ottimi i risultati per la Pol.Progetto Sport 2000 FABBRICO (RE) che ha conquistato 2 titoli regionali .
Primo posto in questa seconda prova e titolo per Adragna Chiara (junior lc 3) che conferma la prima posizione conquistata anche nella prima prova. In questa categoria ottimo 5° per Azzarri Sofia. 
Primo posto e titolo regionale nella categoria Senior lc1 per Martina Manfredotti . 2° posto assoluto  per Martina Battini Ld junior 2 . Chiara Bigliardi conquista un buon 5° ld allieve 4.
Complimenti alla Coach Veronica Dall'Olio per gli splendidi risultati ottenuti. 

Sabato 25 marzo, a Biella, in occasione della secondaprova del “Campionato individuale Gold” di ginnastica ritmica per la categoria “allieve”, competizione con programma tecnico di alta specializzazione, è stata scritta una pagina importante per la ginnastica valdostana: per la prima volta, infatti, nella storia della ritmica della nostra Regioneuna ginnasta  ha conquistato il titolo di campionessa regionale per il Piemonte e la Valle d’Aosta per il programma Gold; si tratta del giovanissimo talento della Gym-Aosta, Sofia Righi, che bissando il successo di tre settimane fa a Chivasso è salita sul gradino più alto del podio, nonostante nell’ultima settimana abbia anche dovuto fare i conti con un infortunio alla mano che l’ha fortemente condizionata nel maneggio degli attrezzi. Ma Sofia Righi ha davvero stupito tutti, per il suo coraggio e la sua determinazione, aggiudicandosi la seconda prova con il punteggio totale di 42.35 e fregiandosi così del titolo regionale per la categoria “allieve di terza fascia”; nel dettaglio la ginnasta della Gym ha ottenuto 11.05 al corpo libero, 10.55 alla palla, 10.15 alle clavette e 10.60 al nastro. Naturalmente Sofia si è anche aggiudicata il diritto a partecipare alla fase interregionale nord del campionato, in programma a Udine per la fine di aprile. Nella stessa categoria, la compagna di squadra Beatrice Amato,esordiente in questa competizione,è giunta 17°, terminando al 16° posto nella classifica finale di campionato.Ma la Gym-Aosta, a Biella, ha fatto scendere in pedana altre due ginnaste: per la categoria “allieve di prima fascia” ha gareggiato la giovanissima Aurora Scarpone, che ha conquistato il 10° posto nella seconda prova e il 9° nella classifica finale, mentre per le “allieve di quarta fascia” si è presentata in gara Sofia Sistilli, cheè giunta 17° sia nella prova di Biella che nella classifica di campionato.

Ottimo esordio stagionale delle Farfalle al Grand Prix di Thiais: la rinnovata squadra nazionale, sempre sotto la guida della Maccarani, ha splendidamente esordito sulle pedane internazionali. Dopo la medaglia d'oro nella competizione All Around, davanti all'Azerbaijan e all'Ucraina, la squadra composta dal capitano Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Beatrice Tornatore, Martina Santandrea e Anna Basta, ha centrato anche due medaglie d'argento nelle finali di specialità con i 5 cerchi e con il misto a funi e palle.

Una squadra che si è mostrata da subito competitiva e capace di catturare l'attenzione della giura e del pubblico, con due composizioni di grande spessore. L'esercizio ai 5 cerchi sulle note del "Lago dei cigni" è di grande impatto emotivo, costruito in crescendo tra eleganza e drammaticità. Diametralmente opposto il misto con 3 palle e 2 funi, coreografato sulle note di "Sparkling Diamonds" colonna sonora di Moulin Rouge, energico e frizzante. Due esecuzioni con alcune imprecisioni non hanno permesso di salire sul gradino più alto del podio occupato dalla rappresentativa azera.

Buono il debutto anche per Alessia Russo che dopo l'ottava posizione nel concorso generale, riesce ad eccedere nelle finali di specialità alla palla e al nastro. Con un programma completamente rinnovato in seguito al cambio del codice dei punteggi internazionali, Alessia ben figura nella top ten delle ginnaste internazionali, attualmente dominata dalla neo campionessa russa Dina Averina, che ha stravinto sia nel concorso generale che nelle finali di specialità.

Le nostre azzurre saranno impegnate fra pochi giorni nell'attesissimo appuntamento di Pesaro con la World Cup, prova generale per i Campionati del Mondo che si disputeranno sempre nell'Adriatic Arena a cavallo tra agosto e settembre.

Si sta svolgendo in queste ore il Grand Prix "Deriugina Cup", storico appuntamento che si svolge a Kiev ogni anno ad inizio stagione. Per l'Italia ha calcato la pedana la squadra junior, guidata da Kristina Ghiurova e Julieta Cantaluppi: le giovanissime Anna Paola Cantatore (Iris Giovinazzo), Nina Corradini (Lazio Ginnastica Flaminio), Melissa Girelli (Udinese), Francesca Pellegrini (Motto Viareggio), Talisa Torretti (Fabriano) e Rebecca Vinti (Fortebraccio), dopo essere entrate in pedana come ultima squadra conquistano il punteggio di 16.050 nell’esercizio con le 10 clavette, che le porta in testa alla classifica provvisoria davanti a Ucraina (pt. 15.800), Israele (pt. 15.750) e Bulgaria (pt. 15.550). Domani saranno impegnate nella seconda rotazione per difendere il podio finora conquistato. Le azzurrine continuano la loro strada verso gli Europei di Budapest che si terranno a maggio, con un punteggio che fa ben sperare nonostante l'assenza di Russia e Bielorussia, dirette contendenti del podio insieme a Israele e Bulgaria.

Assente invece Veronica Bertolini, che ha dovuto rinunciare all'ultimo minuto a causa di un lieve infortunio. Le auguriamo un prontissimo recupero! Da segnalare anche che questa gara segnerà il rientro alle pedane internazionali del bronzo olimpico di Rio 2016 Ganna Rizatdinova, atleta di punta della scuola ucraina di Albina e Irina Deriugina, pronta ad avviare l'anno agonistico tra gli onori di casa.

GINNASTICANDO.it si evolve!!! Oltre alla parte editoriale dedicata alla Ginnastica Nazionale ed Estera, da oggi nasce la sezione riservata alle notizie dalle società. Come un'Agenzia di Stampa, interamente rivolta ai territori, con le notizie dai veri motori di questo sport, voi Associazioni! 

Avremmo piacere di essere inseriti nella Mailing List della vostra società per poter ricevere sempre comunicati, aggiornamenti e notizie relative alle vostre squadre impegnate nelle competizioni del calendario federale o anche soltanto in formazioni di colore inerenti la vita del Vs sodalizio.

Nell'intenzione della nostra redazione di voler coprire tutta quella fetta di manifestazioni che non possono avere visibilità sui canali Nazionali ci farebbe piacere poter collaborare con quante più società possibili, in modo da prestare un servizio di costante aggiornamento dei suddetti eventi.

Inviateci i vostri comunicati alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e vedrete le vostre notizie pubblicate online...solo su GINNASTICANDO.it

 

Si è svolta ieri la 5^ edizione del Trofeo Città di Desio che ha visto scendere in campo le rappresentative dell'Italia e della Russia. Lo spettacolo dei piccoli attrezzi ha visto scendere in pedana le squadre junior (in preparazione per i Campionati Europei di Budapest), il team delle individualiste e le squadre senior, anche se la squadra russa si è esibita fuori competizione a causa dell'infortunio di una ginnasta.

Ha aperto la gara la squadra junior italiana con l'esercizio alle 10 clavette, frutto dell'estro creativo di Julieta Cantaluppi e di Kristina Ghiurova. Una composizione perfettamente in accordo sulla musica, dove le 5 ginnaste eseguono collaborazioni estremamente difficili con apparente facilità. Le "rivali" russe non sono state da meno con un'esercizio esplosivo e senza respiro, sulle note di "I will survive".

Dopo questa prima rotazione si è proseguito con la gara per le individualiste senior dove l'Italia ha schierato il nuovo team al completo: la campionessa assoluta in carica Veronica Bertolini (S.Giorgio Desio), la storica rivale Alessia Russo (Armonia Abruzzo), Letizia Cicconcelli (Ginnastica Fabriano) e le neo senior, reduci dal successo degli scorsi europei, Alexandra Agiurgiuculese (A.S. Udinese) e Milena Baldassarri (Ginnastica Fabriano). Per la Russia hanno gareggiato le gemelle Arina e Dina Averina, nuove ginnaste di punta insieme a Soldatova, dopo i ritiri delle olimpioniche Mamun e Kudryavtseva. Esercizi nuovi ed ancora in rodaggio per tutte in seguito al cambio del codice dei punteggi per il nuovo quadriennio. Ad aggiudicarsi il podio, in una gara costellata per tutte da numerosi errori, Dina Averina con punti 76.000, seguita dalla sorella Arina Averina con punti 75.500 e terzo gradino del podio per Veronica Bertolini, che con punti 69.250 si conferma ancora la migliore tra le ginnaste italiane. Ai piedi del podio Alexandra Agiurgiuculese (pt. 65.650), che dopo l'ottima prova al Grand Prix di Mosca, ha forse pagato l'emozione di esibirsi davanti al pubblico di casa. A seguire Alessia Russo, Milena Baldassarri e Letizia Cicconcelli, che non ha eseguito l'ultimo esercizio con il nastro a causa di un lieve infortunio.

Non si è svolta invece la competizione per le squadre senior su richiesta della Russia a causa di un problema tecnico sopravvenuto in giornata. Le ginnaste russe sono comunque scese in pedana con i loro esercizi ai 5 cerchi, eseguito su un mix di musiche italiane (Grande amore de Il Volo e Andiamo a comandare di Rovazzi) e con l'esercizio misto con palle e funi (una composizione che manca dal lontano 2003). Esordio internazionale invece per le nostre Farfalle che hanno finalmente svelato al grande pubblico le nuove creazioni di Emanuela Maccarani e del suo staff: la nuova squadra nazionale composta da Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Beatrice Tornatore, Martina Santandrea e Anna Basta ha fatto il suo esordio in pedana con l'esercizio ai 5 cerchi sulle note del Lago dei Cigni (valutato 19.200) per proseguire poi con l'esercizio a funi e palle, macchiato da qualche imprecisione (punteggio 18.300). Una squadra che si è mostrata già compatta e competitiva nonostante lavori insieme solo da pochi mesi e pronta a farci emozionare nell'appuntamento a Pesaro con i Campionati del Mondo.

Nonostante l'ottima prova del team azzurro, il Trofeo Città di Desio è stato vinto dalla compagine russa (somma dei punteggi delle individualiste senior e delle due esecuzioni della squadra junior). Adesso l’attenzione si sposta tutta sulla World Cup di inizio aprile (dal 7 al 9) all’Adriatic Arena di Pesaro, senza dimenticare gli Europei senior e junior in programma a Budapest dal 19 al 21 maggio.

Il 2017 della ginnastica ritmica sarà una specie di “anno zero” sotto molti punti di vista. Parte da qui infatti la lunga strada per Tokyo 2020 ed il primo passo, come per tutte le discipline ginniche, sarà il nuovo Codice dei Punteggi: nessuna novità rivoluzionaria dal punto di vista tecnico, gli esercizi saranno sempre più caratterizzati dalla presenza di passi ritmici e difficoltà di attrezzo (le vecchie maestrie). Quello che caratterizzerà il quadriennio nipponico sarà un ritorno al passato con l’eliminazione delle fiches di dichiarazione degli esercizi (introdotte nel 2001) ed un corpo giudicante con i membri quasi raddoppiati.
Rivoluzioni anche in campo nazionale con la diversificazione delle attività agonistiche nei due nuovi settori “Gold” (agonismo di alto livello) e “Silver” (settore promozionale), senza dimenticare il settore della “Ginnastica per tutti”, che tornerà a sorridere ad un popolo di sportivi amatoriali, di qualsiasi livello ed età.
 
Le novità non finiscono qui perché nei prossimi mesi debutterà la nuova formazione delle Farfalle azzurre,  quasi del tutto rinnovata dopo i ritiri post Rio. Al momento non è ancora definitiva la rosa delle 10 convocate, mentre rimane una certezza lo staff tecnico guidato da Emanuela Maccarani, con l’aiuto di Valentina Rovetta e della neo promossa assistente Arianna Facchinetti. Così come è certo che ritroveremo in squadra il nuovo capitano Alessia Maurelli, che insieme a Martina Centofanti, sarà pronta a traghettare questa squadra verso nuovi successi. Gli esercizi in preparazione sono la composizione con i 5 cerchi e quella con funi e palle. Ancora non sappiamo quale sarà la gara di debutto ufficiale, ma sicuramente un appuntamento irrinunciabile sarà la classica tappa di Word Cup a Pesaro (dal 7 al 9 aprile).
Infine, proprio su Pesaro si accenderanno i riflettori di questo sorprendente 2017, perché per la prima si svolgeranno in Italia i Campionati del Mondo di Ginnastica Ritmica, giunti alla loro 35esima edizione. Dal 30 agosto al 03 settembre l’Adriatic Arena accoglierà centinaia di ginnaste da tutto il mondo per uno spettacolo garantito.
 

Domani le migliori società italiane di ginnastica ritmica, scenderanno in pedana per l’ultima giornata della Serie A1-A2 di Ritmica e per la serie B nazionale: oltre allo scudetto, si decideranno promozioni e retrocessioni tra i vari campionati, a chiusura di un importante quadriennio che aprirà le porte verso un nuovo ricco di novità.

La San Giorgio ’79 si presenta come la favorita, basterebbe infatti un quinto posto nella classifica di questa tappa per cucire il quarto scudetto sul petto. Senza escludere però l’ennesimo pari merito - sarebbe il secondo di fila in due anni dopo quello di Padova del 2015 che vide l’Armonia spartirsi il tricolore proprio con Desio, e il terzo se consideriamo il pareggio tra Armonia e Virtus Gallarate del 2008 – nel caso in cui Fabriano vincesse la quarta prova. In lotta per la salvezza in invece A1 Estense Putinati e Lazio Flaminio, mentre sono pronte a fare il salto dalla serie cadetta alla maggiore Moderna Legnano, che conduce attualmente la classifica generale e Ginnastica Pontevecchio. Le gare di A1 e A2, accompagnate dalla telecronaca di David Ciaralli e dall’inedito commento tecnico di Marta Pagnini, verranno trasmesse in diretta streaming sul canale youtube della Federginnastica.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

Top News

Calendario

« Giugno 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30