Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 27 Giugno 2017

Oggi a Cluj-Napoca si sono tenute le finali all around maschili e femminili dei Campionati Europei 2017. I vincitori sono stati l'ucraino Oleg Verniaiev e la britannica Elissa Downie.

Nel primo pomeriggio è la maschile a inaugurare il primo podio della rassegna. Come già accennato, a vincere è stato il campione olimpico alle parallele, nonché vice-campione olimpico proprio nel concorso generale, Oleg Verniaiev con 85.866 che bissa così il successo di Montpellier 2015. Dietro di lui il russo Artur Dalaloyan, classe '96, con 85.498. Al terzo posto James Hall che, con 82.982, dimostra ancora una volta che la Gran Bretagna sta facendo scuola in questo sport portando al quinto posto anche un giovanissimo Joe Fraser.

La scuola britannica si mette in mostra anche nella femminile. Elissa Downie, sorella minore di Rebecca, vince il suo primo titolo individuale continentale con 55.765 dopo il bronzo al volteggio nel 2015. Una gara un po' sofferta per la Downie, che ha dovuto vedersela bene con l'ungherese Zsofia Kovacs, poi arrivata seconda con 55.432. Al terzo posto la francese Melanie De Jesus Dos Santos con 55.065.

Questo podio femminile rientra un po' nella storia della ginnastica europea: la Downie è la prima britannica in assoluto a vincere un titolo all around; la Kovacs è la prima ungherese a salire sui gradini più alti da 27 anni, quando l'ultima fu la grandissima Henrietta Onodi nel 1990; la Dos Santos è la prima francese dopo 12 anni quando, nel 2005 a Debrecen, vinse Marine Debauve.

L'Italia invece, per queste finali, è riuscita a qualificare tre giovanissimi alla loro prima tappa importante da senior: Lorenzo Galli, Martina Maggio e Giada Grisetti.

Galli, il più giovane della competizione maschile insieme a Fraser, finisce 21esimo con 77.290. Il romano sporca un po' alle parallele e al cavallo con maniglie, pagando anche una caduta alla sbarra. Una gara tuttosommato da considerarsi buona, contando anche il fatto che Lorenzo ritorna da sei mesi di stop per recuperare un'operazione ai legamenti del polso. Ventunesimo posto anche per Giada Grisetti che paga una caduta al corpo libero e una alla trave ricevendo un 50.699.

È andata meglio a Martina Maggio, che con 53.199 finisce al sesto posto. Senza particolari errori, l'atleta della Robur et Virtus non si fa trovare impreparata dopo l'oro al volteggio a Berna 2015 da junior.


Classifica MAG top 8

1- Oleg Verniaiev (UKR)
2- Artur Dalaloyan (RUS)
3- James Hall (GBR)

4- Nikita Ignatyev (RUS)
5- Joe Fraser (GBR)
6- Artur Davtyan (ARM)
7- Lucas Dauser (GER)
8- Ferhat Arican (TUR)

21- Lorenzo Galli (ITA)

 

Classifica WAG top 8

1- Elissa Downie (GBR)
2- Zsofia Kovacs (HUN)
3- Melanie Dos Santos (FRA)

4- Elena Eremina (RUS)
5- Kim Bui (GER)
6- Martina Maggio (ITA)
7- Nina Derwael (BEL)
8- Filipa Martins (POR)

21- Giada Grisetti (ITA)

Con Giada Grisetti e Lara Mori in seconda suddivisione e Martina Maggio in terza, si conclude così la prima gara delle ragazze Azzurre impegnate agli Europei di Cluj-Napoca in Romania.

La Grisetti affronta la sua primissima gara continentale da italiana con delle imprecisioni alle parallele e un'uscita di pedana al corpo libero che le fanno prendere 13.433 e 12.366 rispettivamente. Tutto bene invece al volteggio (14.100) e alla trave (13.033). Al momento è nona nel concorso generale.

Per Mori un gran rientro sui quattro attrezzi, con un picco al corpo libero (13.533) che al momento la porta al quarto posto all'attrezzo. Bene anche negli altri tre attrezzi: 13.466 al volteggio, 13.000 alle parallele, 12.366 alla trave. Nella classifica all around è al momento undicesima e fuori dalla finale.

Martina Maggio affronta il suo secondo Europeo, il primo da senior dopo l'exploit di Berna 2016 dove vinse l'oro al volteggio junior. In rotazione con le sorelle britanniche Elissa e Rebecca Downie, la ginnasta di Villasanta è al momento sesto posto nel concorso generale. Con un 14.133 al volteggio, 13.566 alle parallele, 12.816 alla trave -complice qualche sbilanciamento di troppo- e 12.800 al corpo libero.

Ora si aspetta la fine dell'intera giornata per vedere definitivamente chi entrerà nelle finali all around di domani e in quelle ad attrezzi di sabato e domenica.

Sul finire degli ultimi collegiali in vista della partenza, di cui vi avevamo parlato qui, i Direttori Tecnici dei settori femminile e maschile hanno finalmente deciso le squadre che domani partiranno per la Romania, in vista degli imminenti Campionati Europei.

Il DTN Enrico Casella ha scelto le ginnaste Sofia Busato (Brixia), Giada Grisetti (C.S. Bollate), Martina Maggio (Robur et Virtus), Lara Mori (Esercito). Insieme a loro partiranno anche le allenatrici Stefania Bucci, Monia Marrazzi e Laura Rizzoli

Per la maschile, come già preannunciato, partiranno Tommaso De Vecchis (Ginn. Salerno), Lorenzo Galli (Eur Roma), Marco Lodadio (Ginn. Civitavecchia), Carlo Macchini (Pro Carate), Stefano Patron (Spes Mestre), Marco Sarruggerio (Juventus Nova Melzo). Con il DTN Giuseppe Cocciaro ci saranno inoltre i tecnici Maurizio Allievi, Gianmatteo Centazzo e Andrea Massaro

I Campionati Europei 2017 si terranno a Cluj-Napoca (Romania) dal 19 al 23 aprile. La competizione sarà visibile integralmente -qualificazioni incluse- sul sito dell Eurovisione

 

 

Passati le prime due tappe di Serie A di Torino e Roma, insieme al Trofeo Città di Jesolo per la femminile e le gare in Austria e Germania per la maschile, i DTN delle Nazionali GAM e GAF hanno ristretto le rose dei papabili ginnasti che partiranno per Cluj-Napoca.

Il Campionato Europeo, che si terrà in Romania, sarà infatti la prima gara importante dell'anno sportivo che si concluderà con i Mondiali di Montreal ad ottobre.

Come ogni due anni, la rassegna continentale prevede una competizione esclusivamente senior e individuale, ecco perché le delegazioni potranno portare solo quattro ginnaste e sei ginnasti.

A Brescia, il DTN Enrico Casella ha convocato da oggi fino al 15 aprile le seguenti ginnaste: Sofia Busato (Brixia Brescia), Caterina Cereghetti (Ginnastica Bollate), Giada Grisetti (Ginnastica Bollate), Francesca Noemi Linari (Brixia Brescia), Martina Maggio (Robur et Virtus), Lara Mori (Esercito), Desiree Carofiglio (Future Gym) e Arianna Rocca (Forza e Virtù). Di queste, quattro partiranno direttamente per la Romania con i rispettivi allenatori.

Il DTN Giuseppe Cocciaro, invece, sembra aver già scelto la delegazione azzurra, avendo convocato dal 12 al 15 aprile a Milano i seguenti ginnasti: Tommaso De Vecchis (Ginnastica Salerno), Lorenzo Galli (Eur Roma), Marco Lodadio (Ginnastica Civitavecchia), Carlo Macchini (Pro Carate), Davide Odomaro (Libertas Vercelli) e Stefano Patron (Spes Mestre).

Gli Europei si terranno dal 19 al 23 aprile nella città rumena di Cluj-Napoca e prevedono finali all around e finali ad attrezzo.

Si sono svolte ieri pomeriggio le finali a squadre e all around dei Giochi del Mediterraneo Juniores a Guadalajara, in Spagna. La competizione prevede le discipline della ginnastica artistica maschile e femminile con l'introduzione dell'aerobica.

Come era prevedibile, l'Italia ha fatto la sua bellissima figura tra i paesi del bacino mediterraneo partecipanti.

Iniziando dalle ragazze, Elisa Iorio, Martina Basile e Alice D'Amato che hanno monopolizzato i primi posti dei podi a squadre, quelli all around e le classifiche della qualificazione ad attrezzo.

Infatti l'Italia GAF ha vinto con 107.350, davanti alla Spagna (100.150) e alla Francia (98.300). Le tre ragazze si prendono anche tutto il podio all around con Iorio (53.950) davanti a D'Amato (53.000) e a Basile (52.350).

Per quanto riguarda le finali ad attrezzo, in cui entra solo un/a ginnasta per nazione, le nostre non si sono smentite. Sono Elisa e Alice che si dividono i primi posti rispettivamente a volteggio e parallele, e trave e corpo libero.

Anche la maschile però non rimane a bocca asciutta. I tre ragazzi Yuman Abbadini, Mirko Galimberti e Lay Giannini vincono l'argento a squadre con 153.700, dietro la Spagna (155.600) e davanti all'Egitto (147.900).

Inoltre, Giannini (77.700) e Abbadini (75.250) sono secondo e terzo nel concorso generale, dietro allo spagnolo Nicolau Mir (78.650).

Per quanto riguarda le finali ad attrezzo, è proprio Giannini il più premiato: disputerà infatti le finali di corpo libero, cavallo con maniglie, anelli, parallele pari e sbarra. A Galimberti la finale al volteggio, invece.

Finali a squadre anche per quanto riguarda l'aerobica. Davide Nacci e Camilla Cubito arrivano però quinti, in quanto le altre nazioni (Egitto, Spagna, Francia e Turchia) avevano a disposizione almeno un ginnasta (e quindi un punteggio) in più.


Oggi, 9 aprile si tengono le finali ad attrezzo per l'artistica, individuale e coppia mista per l'aerobica.

Tre anni fa la prima edizione a Ragusa, nella nostra Sicilia, ora ci si sposta a Guadalajara, Spagna. Sono i Giochi del Mediterraneo Juniores, fratellini di quei ben più longevi Giochi che all'Italia hanno portato molte soddisfazioni e hanno permesso di rivelare atleti che poi hanno dato lustro alla nostra Nazionale -Citofonare a Vanessa Ferrari, Almería 2005, guardacaso sempre in Spagna.

L'Italia si presenterà quest'anno con tre squadre, due di ginnastica artistica (maschile e femminile) e la novità introdotta dell'aerobica, che tanto sta dando con la coppia Castoldi/Donati e che qui tenterà il tutto con Davide Nacci e Camilla Cubito. I ragazzi junior saranno Lay Giannini, Mirko Galimberti e Yumin Abbadini. Per la femminile vedremo invece la già due volte medaglia europea Martina Basile insieme ad Alice D'Amato ed Elisa Iorio, fresche di Trofeo Jesolo con quest'ultima vincitrice dell'oro alle parallele.

Oggi, sabato 8 aprile, si terranno le finali a squadre e qualificazioni per le finali all around e ad attrezzo di domenica per tutte e tre le discipline, seppur con formati di gara differenti.

Per la ginnastica artistica saliranno all'attrezzo i/le tre ginnasti/e e verranno contati solo i migliori due punteggi di squadra. Nella finale AA entreranno massimo due ginnasti/e per nazione, mentre agli attrezzi ne entrerà uno/a solo/a.

Per l'aerobica ci saranno tre categorie: individuale maschile e femminile, coppia mista e trio.

Gli avversari da battere saranno quelle nazioni che si affacciano sul Mediterraneo (da qui, appunto, il nome della rassegna). Tra tutti, vedremo in gara paesi come Spagna, Francia (che abbiamo già visto a Jesolo per la femminile) o Turchia.

L'appuntamento è quindi per oggi pomeriggio, per vedere se gli azzurrini riusciranno a battere il medagliere personale di Ragusa 2014 che a suo tempo contò 10 medaglie: 5 ori, 3 argenti e 2 bronzi.

Ultimissima giornata di Coppa del Mondo a Melbourne. Dopo la prima giornata di finali di ieri, che potete leggere qui, questa mattina sono stati ufficializzati gli ultimi cinque podi, tre maschili e due femminili.

Per la femminile, la campionessa olimpica in carica alla trave Sanne Wevers ha dovuto rassegnarsi ad un argento davanti a Tingting Liu, già vincitrice dell'oro alle parallele ieri. A parità di difficoltà (6.0), la cinese ha vinto di poco più di due centesimi.

Molto bene l'Australia. Emily Little torna a casa oggi con due medaglie: bronzo alla trave e oro al corpo libero; mentre Georgia Godwin conquista l'argento su quest'ultimo attrezzo, davanti alla cinese Liu.

Sul fronte maschile, è Kenzo Shirai che vince due ori su tre: volteggio, davanti all'australiano Remkes e al connazionale Tanigawa; e alla sbarra, davanti sempre ad un australiano, Mitchell Morgans, e ad un altro connazionale, Yusuke Saito.

Per Shirai anche un argento alle parallele pari, tra il cinese Jingyuan Zou e il turco Ferhat Arican.

I più medagliati di questa tappa di CdM sono quindi: Kenzo Shirai con tre ori e un argento; Jingyuan Zou con un oro e due argenti; Tingting Liu con due ori e un bronzo; Emily Little con un oro, un argento e un bronzo.

 

Gli ultimi podi:

 

MAG VOLTEGGIO

1- Kenzo Shirai (JPN) 14.916 (15.100 + 14.733)
2- Christopher Remkes (AUS) 14.833 (14.866 + 14.900)
3- Wataru Tanigawa (JPN) 14.566 (15.066 + 14.166)

MAG PARALLELE

1- Jingyuan Zou (CHN) 15.166
2- Kenzo Shirai (JPN) 14.433
3- Ferhat Arican (TUR) 13.566

MAG SBARRA

1- Kenzo Shirai (JPN) 13.933
2- Mitchell Morgans (AUS) 13.400
3- Yusuke Saito (JPN) 13.333

WAG TRAVE

1- Tingting Liu (CHN) 14.766
2- Sanne Wevers (NED) 14.500
3- Emily Little (AUS) 13.233

WAG CORPO LIBERO

1- Emily Little (AUS) 13.400
2- Georgia Godwin (AUS) 12.800
3- Tingting Liu (CHN) 12.733

 

La prossima tappa di CdM ad attrezzi, che alla fine del circuito nel 2018 consentirà di qualificare alcuni ginnasti direttamente a Tokyo 2020, sarà a Baku, Azerbaijan, dal 16 al 19 marzo. La CdM All-Around inizierà, invece, con l'American Cup il 4 marzo a Newark, Stati Uniti.

Stamattina, alle ore 8 italiane si è svolta la prima giornata di finali alla Coppa del Mondo di Melbourne che, ricordiamo, nel 2018 porterà alla qualifica olimpica dei vincitori.

Per la maschile, i due grandi nomi Kenzo Shirai e Kristian Berki sono primi rispettivamente al corpo libero e al cavallo con maniglie. Il giapponese ha portato un esercizio di tutto rispetto, di difficoltà 7.2 e che contiene tre elementi che portano il suo nome.

L'ungherese Berki, campione olimpico nel 2012 proprio al cavallo, è tornato alle gare con un ottimo 14.933 e con una difficoltà di 6.3. Dietro di lui i cinesi Jingyuan Zou e Hao Weng. Jingyuan è primo, inoltre, a parimerito agli anelli con il connazionale Guanhua Wu.

Bene anche la Turchia, con Ferhat Arican terzo al corpo libero e Ibrahim Colak terzo agli anelli.

Sul fronte femminile dominano Cina e Australia. Se Yang Wang vince al volteggio portandosi sul podio anche le due australiane Emily Little e Naomi Lee, Tinting Liu e Huan Luo si guadagnano oro e argento alle parallele, davanti a Rianna Mizzen.

 

I podi completi:

MAG CORPO LIBERO

1- Kenzo Shirai (JPN) 14.700
2- Jile Mu (CHN) 14.466
3- Ferhat Arican (TUR) 14.033

MAG CAVALLO CON MANIGLIE

1- Kristian Berki (HUN) 14.933
2- Jingyuan Zou (CHN) 14.433
3- Hao Weng (CHN) 14.333

MAG ANELLI

1- Guanhua Wu (CHN) 14.866
1- Jingyuan Zou (CHN) 14.866
3- Ibrahim Colak (TUR) 14.366

WAG VOLTEGGIO

1- Yan Wang (CHN) 14.250 (14.000 + 14.600)
2- Emily Little (AUS) 14.199 (14.566 + 13.833)
3- Naomi Lee (AUS) 13.383 (13.600 + 13.166)

WAG PARALLELE

1- Tingting Liu (CHN) 14.300
2- Huan Luo (CHN) 13.866
3- Rianna Mizzen (AUS) 13.433

 

Qui per vedere alcuni video. Domani si disputerà l'ultima giornata, con le finali di volteggio maschile, parallele pari, sbarra, trave e corpo libero femminile.

Dopo un periodo di quasi totale assenza di competizioni internazionali a seguito delle Olimpiadi di Rio, la Ginnastica Artistica ritorna a pieno ritmo, e con il nuovo codice dei punteggi 2017-2020, nel mese di marzo con le tappe di Coppa del Mondo Individuale All-Around. Gli appuntamenti sono i seguenti:

AT&T American Cup, 4 Marzo, Newark (USA)

World Cup, 19 Marzo, Stoccarda (Germania)

World Cup, 8 Aprile, Londra (Gran Bretagna)

Già noti, in parte, i nominativi degli atleti che scenderanno in campo gara nei primi due appuntamenti, anche se, come sempre in queste occasioni, essi subiscono cambiamenti dovuti allo stato di forma degli atleti o a possibili infortuni.

Proprio nella tappa a stelle e trisce di Newark, infatti, Yul Moldauer rimpiazzerà Sam Mikulak, infortunatosi pochi giorni fa durante la Winter Cup ed è tutt'oggi da definire il nome della seconda ginnasta che rappresenterà gli Stati Uniti accanto a Ragan Smith.

La lista completa degli atleti partecipanti a questo evento è qui di seguito.

Ginnastica Artistica Maschile:

Sun Wei (Cina)

Lukas Dauser (Germania)

Ryohei Kato (Giappone)

Sam Oldham (Gran Bretagna)

Bart Deurloo (Olanda)

Eddy Yusof (Svizzera)

Oleg Vernaiev (Ucraina)

Yul Moldauer (USA)

Akash Modi (USA)

 

Ginnastica Artistica Femminile:

Emily Whitehead (Australia)

Xie Yufen (Cina)

Melanie De Jesus dos Santos (Francia)

Kim Bui (Germania)

Asuka Teramoto (Giappone)

Rebecca Tunney (Gran Bretagna)

Tisha Volleman (Olanda)

Ragan Smith (USA)

Nominativo da definire (USA)

La Coppa del Mondo di Stoccarda dovrà ,invece, fare a meno di Larisa Iordache. Il suo attesissimo ritorno in campo gara viene ancora una volta posticipato a causa di un infortunio e per lo stesso motivo è in dubbio anche la presenza della canadese Isabella Onyshko mentre la Gran Bretagna sostituisce la veterana Claudia Fragapane in favore della neo-senior Alice Kinsella. Al maschile non è ancora noto chi andrà a sostituire il rappresentante degli Stati Uniti Sam Mikulak mentre recentemente è stata confermata la presenza dello svizzero Oliver Hegi. Lo spettacolo a Stoccarda sarà comunque assicurato dalla presenza dei tedeschi Dauser e Helder e dell'ucraino Oleg Vernaiev per la maschile e dell'elegantissima russa Angelina Melnikova, l'olandese Eythora Thorsdottir e le padrone di casa Tabea Alt e Pauline Schaefer per la femminile. Non è ancora certa la presenza della statunitense Jordan Chiles, che lo scorso anno ha deliziato il pubblico di Jesolo come junior e che a Stoccarda andrebbe a rappresentare per la prima volta gli Stati Uniti come senior.

La lista completa degli atleti partecipanti è qui di seguito.

Ginnastica Artistica Maschile:

Sun Wei (Cina)

Lukas Dauser (Germania)

Philipp Herder (Germania)

Kazuma Kaya (Giappone)

James Hall (Gran Bretagna)

Nikita Ignatyev (Russia)

Oliver Hegi (Svizzera)

Oleg Vernaiev (Ucraina)

Sam Mikulak (USA)

 

Ginnastica artistica Femminile:

Isabela Onyshko (Canada)

Zhang Jin (Cina)

Tabea Alt (Germania)

Pauline Schaefer (Germania)

Alice Kinsella (Gran Bretagna)

Eythora Thorsdottir (Olanda)

Jordan Chiles (USA)

 

I nominativi della competizione dell'ultima tappa della Coppa del Mondo, quella di Londra, sono, invece, ancora tutti da definire.

È iniziata mercoledì la seconda tappa di Coppa del Mondo per attrezzi della stagione 2016-2018 che, alla fine, porterà alla qualifica dei ginnasti vincitori direttamente a Tokyo 2020. Ieri alla Hisense Arena di Melbourne si sono qualificati i primi ginnasti, e ne abbiamo parlato qui.

Stamattina, alle ore 7.00 italiane e 17.00 australiane, si è conclusa la seconda giornata di qualificazioni. Le giornate di finali saranno due, domani 24 febbraio e dopodomani 2 febbraio, con gli attrezzi suddivisi come le qualificazioni.

Ecco i qualificati di oggi:

MAG VOLTEGGIO

1- Kenzo Shirai (JPN)
2- Ahmet Onder (TUR)
3- Wataru Tanigawa (JPN)
4- Christopher Remkes (AUS)
5- Man Hin Jim (HKG)
6- Clay Mason Stephens (AUS)
7- Ferhat Arican (TUR)
8- Luke Dobney (NZL)

MAG PARALLELE PARI

1- Jingyuan Zou (CHN)
2- Ferhat Arican (TUR)
3- Kenzo Shirai (JPN)
4- Man Hin Jim (HKG) e Ahmet Onder (TUR)
6- Devy Dyson (NZL)
7- Clay Mason Stephens (AUS)

MAG SBARRA

1- Yusuke Saito (JPN)
2- Devy Dyson (NZL)
3- Ahmet Onder (TUR)
4- Kenzo Shirai (JPN)
5- Michael Mercieca (AUS)
6- Ferhat Arican (TUR)
7- Man Hin Jim (HKG)
8- Mitchell Morgans (AUS)

WAG TRAVE

1- Tingting Liu (CHN)
2- Huan Luo (CHN)
3- Sanne Wevers (NED)
4- Emma Nedov (AUS)
5- Tracie Ang (MAS)
6- Estella Matthewson (NZL)
7- Emily Little (AUS)
8- Yueh Tan Ing (MAS)

WAG CORPO LIBERO

1- Yang Wang (CHN)
2- Tingting Liu (CHN)
3- Emily Little (AUS)
4- Tracie Ang (MAS)
5- Isabella Brett (NZL)
6- Georgia Godwin (AUS)
7- Yueh Tan Ing (MAS)
8- Estella Matthewson (NZL)

Domani mattina, ore 8.00 italiane e 18.00 australiane, qui si potrà seguire la prima giornata di finali che vedrà: corpo libero, cavallo con maniglie e anelli per la maschile; volteggio e parallele asimmetriche per la femminile. Per vedere i qualificati di oggi si dovrà aspettare sabato.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

Top News

Calendario

« Giugno 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30