Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 23 Aprile 2018

Una trasferta ricca di soddisfazioni quella dell'Aerobica Azzurra a Braga City. In Portogallo gli azzurrini hanno conquistato l’oro nell’individuale femminile con Lucrezia Rexhepi (A.S.D. Valentia) e con la coppia mista Lavadera-Lucci dell’A.S.D. Chige. Argento per Ilaria Arbore, l’altra individualista piemontese, mentre lo stesso Lavadera ha ottenuto singolarmente il bronzo, davanti al connazionale dell’Aerobica Evolution Andrea Colnago.

Prossimo appuntamento con la squadra senior, in terra lusitana, dal 23 al 25 marzo, per la tappa di coppa del mondo di Cantanhede, nel distretto di Coimbra, test fondamentale in vista dei mondiali di Guimaraes, in programma ad inizio giugno.

Si sono chiuse il 15 gennaio scorso le votazioni indette dall’UEG per assegnare il titolo di “Ginnasta  dell’anno” (Leggi qui per saperne di più). I ben 25.000 voti hanno decretato i vincitori per le cinque  diverse categorie.

Per la femminile e per la maschile i dubbi sono ben pochi: con ben il 71% delle preferenze, Catalina Ponor batte tutte le altre partecipanti, seguita da Ellie Downie (9%) e Linoy Ashram (8%) ed Eleftherios Petrounias diventa, invece, il campione indiscusso con il 61% dei voti. Alle sue spalle Marian Dragulescu (29%) e Tin Srbic (5%).

A sorpresa il premio per il miglior team dell’anno viene assegnato all’Olympiada Thrakomakedonon con 1703 voti, a seguire il TeamGym senior maschile della Danimarca e medaglia di bronzo per le piccole ginnastine dell’Italbaby.

Il danese Rasmus Steffensen si conferma la “stella nascente” del precedente anno della Polvere di Magnesio (51%), distaccandosi di pochissimo dalla francesina Melanie de Jesus dos Santos. Al terzo posto troviamo nuovamente il croato Tin Srbic, grazie ai suoi ottimi esercizi del 2017.

Vincitore dell’ultima categoria, “miglior prestazione del 2017”, non poteva che essere il grande campione Eleftherios Petrounias che, sostenuto da tutta la Grecia e non solo, raggiunge la bellezza di 7798 voti (87% delle preferenze). Lo seguono il francese Samir Ait Said, ripreso dall’infortunio subìto alle olimpiadi, e il duo spagnolo composto Sara Moreno e Vicente Lli, ma entrambi sono ben lontani dal primo gradino del podio (4% e 3%).

Nel complimentarci con i vincitori, facciamo un grande in bocca al lupo a tutti i ginnasti europei che torneranno in campo gara quest’anno, augurando a tutti un 2018 pieno di soddisfazioni sportive e non solo!

Per leggere l’articolo della UEG clicca qui.

Lo scorso 5 gennaio la European Union of Gymnastics (UEG) ha ufficialmente svelato i nomi di coloro che si contenderanno il titolo di “Ginnasta dell’anno”. Sarà possibile votare soltanto un partecipante per ciascuna delle 5 categorie: ginnasta dell’anno per la sezione maschile e per la sezione femminile, miglior team, stella nascente e miglior prestazione. Lo staff della UEG, con l’ausilio dei Comitati Tecnici e di altri 50 membri, ha selezionato ginnasti di tutte le discipline, provenienti da diversi Paesi d’Europa.

Andiamo subito a scoprire i loro nomi.

A contendersi il titolo, per la sezione femminile, troviamo la pluripremiata ginnasta israeliana Linoy Ashram, nota per la sua eleganza,  la tecnica dell’oro europeo alle parallele Nina Derwael, la potenza della britannica Ellie Downie, campionessa europea in carica, e la tenacia di Catalina Ponor che ha annunciato il ritiro dopo gli scorsi campionati mondiali. Tra le nominate anche la tedesca Pauline Schaefer, campionessa europea a trave, Giulia Steingruber, capitano della squadra svizzera, e la bielorussa Tatsiana Piatrenia, che all’età di 36 anni è riuscita a far battere i cuori vincendo ben 3 medaglie ai mondiali 2017 di trampolino.

Per quanto riguarda la sezione maschile, i nominati per l’artistica sono: Olag Vernaiev, attuale campione europeo, Tin Srbić, medaglia d’oro ai mondiali 2017, il campione europeo, mondiale e olimpico Eleftherios Petrounias, l’immenso Marian Dragulescu e lo svizzero Pablo Braegger. In aggiunta ai 5 atleti dell’artistica vi sono il campione europeo di aerobica Daniel Bali e, infine, Mikhail Zalomin, che ha portato la Russia sul gradino più alto del podio agli scorsi mondiali di trampolino.

Le squadre in lotta per il titolo di “miglior team” sono: la squadra maschile della Danimarca, il quartetto Kalfe-Dana-Vralevich-Sach dell’acrobatica israeliana, l’Olympiada Thrakomakedonon della GPT greca e l’”italbaby”, le piccole farfalle della squadra italiana junior di ritmica.

Nella categoria “stelle nascenti” troviamo gli atleti più giovani e promettenti come Mélanie de Jésus Dos Santos, Artem Dolgopyat, Vinzenz Hoeck, Tin Srbić, Rasmus Steffensen e il trio acrobatico composto da Florentia Gruber, Melanie Trautenberger e Victoria Loidl.

Tra le migliori prestazioni del 2017, ecco spuntare l’esercizio del duo Chernova-Pataraya, che agli scorsi europei di acrobatica si è aggiudicato il punteggio più alto mai dato nella storia di tale disciplina; per il trampolino vi è ancora una volta Taisiana Piatrenia e la svedese Lina Sjoeberg. Per l’artistica maschile Eleftherios Petrounias difende il suo titolo agli anelli confermandosi per la terza volta consecutiva campione europeo, affiancato da Samir Ait tornato in campo subito dopo il brutto infortunio subìto a Rio. Sottolineiamo questo atleta per la sua tenacia e forza di volontà, poiché è anche riuscito a conciliare l’allenamento con i suoi studi universitari. Altre due coppie che concorrono per la miglior prestazione sono le russe Dina e Arina Averina, per la ritmica, e gli spagnoli Sara Moreno e Vicente Li, per l’aerobica.

Le votazioni sono già aperte: avete tempo fino a lunedì 15 gennaio per aiutare i vostri beniamini ad aggiudicarsi i titoli tanto agognati, quindi cliccate qui e correte a votare!

Tre anni fa la prima edizione a Ragusa, nella nostra Sicilia, ora ci si sposta a Guadalajara, Spagna. Sono i Giochi del Mediterraneo Juniores, fratellini di quei ben più longevi Giochi che all'Italia hanno portato molte soddisfazioni e hanno permesso di rivelare atleti che poi hanno dato lustro alla nostra Nazionale -Citofonare a Vanessa Ferrari, Almería 2005, guardacaso sempre in Spagna.

L'Italia si presenterà quest'anno con tre squadre, due di ginnastica artistica (maschile e femminile) e la novità introdotta dell'aerobica, che tanto sta dando con la coppia Castoldi/Donati e che qui tenterà il tutto con Davide Nacci e Camilla Cubito. I ragazzi junior saranno Lay Giannini, Mirko Galimberti e Yumin Abbadini. Per la femminile vedremo invece la già due volte medaglia europea Martina Basile insieme ad Alice D'Amato ed Elisa Iorio, fresche di Trofeo Jesolo con quest'ultima vincitrice dell'oro alle parallele.

Oggi, sabato 8 aprile, si terranno le finali a squadre e qualificazioni per le finali all around e ad attrezzo di domenica per tutte e tre le discipline, seppur con formati di gara differenti.

Per la ginnastica artistica saliranno all'attrezzo i/le tre ginnasti/e e verranno contati solo i migliori due punteggi di squadra. Nella finale AA entreranno massimo due ginnasti/e per nazione, mentre agli attrezzi ne entrerà uno/a solo/a.

Per l'aerobica ci saranno tre categorie: individuale maschile e femminile, coppia mista e trio.

Gli avversari da battere saranno quelle nazioni che si affacciano sul Mediterraneo (da qui, appunto, il nome della rassegna). Tra tutti, vedremo in gara paesi come Spagna, Francia (che abbiamo già visto a Jesolo per la femminile) o Turchia.

L'appuntamento è quindi per oggi pomeriggio, per vedere se gli azzurrini riusciranno a battere il medagliere personale di Ragusa 2014 che a suo tempo contò 10 medaglie: 5 ori, 3 argenti e 2 bronzi.

GINNASTICANDO.it si evolve!!! Oltre alla parte editoriale dedicata alla Ginnastica Nazionale ed Estera, è disponibile la sezione riservata alle notizie dalle società. Come un'Agenzia di Stampa, interamente rivolta ai territori, con le notizie dai veri motori di questo sport, voi Associazioni! 

Avremmo piacere di essere inseriti nella Mailing List della vostra società per poter ricevere sempre comunicati, aggiornamenti e notizie relative alle vostre squadre impegnate nelle competizioni del calendario federale o anche soltanto in formazioni di colore inerenti la vita del Vs sodalizio.

Nell'intenzione della nostra redazione di voler coprire tutta quella fetta di manifestazioni che non possono avere visibilità sui canali Nazionali ci farebbe piacere poter collaborare con quante più società possibili, in modo da prestare un servizio di costante aggiornamento dei suddetti eventi.

Inviateci i vostri comunicati alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e vedrete le vostre notizie pubblicate online...solo su GINNASTICANDO.it

 

Dal Pala Knights di Legnano, dove il 30 ottobre scorso è andata in scena la Finale dei Campionati di Serie A, B e C di Ginnastica Aerobica, il resoconto della gara, tutti i podi e le voci dei protagonisti

La Ginnastica Agorà di Colleferro - con poco più di un punto di vantaggio sull’Amicosport - vince il tricolore edizione 2016 della serie A di Aerobica, aggiudicandosi il terzo titolo nell’albo d’oro della Federginnastica. Sara Natella(IF) ed Emanuele Caponera (IM), con Falera a dar manforte nell’esercizio del Trio, mettono insieme 91.875 punti – senza scendere mai sotto il 20 nei rispettivi parziali - e relegano i padroni di casa sulla piazza d’onore dopo cinque stagioni di ininterrotto dominio. Dal canto loro Michela Castoldi, impegnata nel singolo femminile, Ivan Cavalieri in pedana per la routine maschile e il gruppo composto da Banfi/Castoldi/Cavalieri/Cubito/Lenzini incassa invece 90.874 punti, rimandando così al prossimo anno quello per il club più titolato d’Italia sarebbe stato il 9° scudetto, ovvero il 6° consecutivo.Terzo posto davanti alla Ginnastica Valentia (86.4275) - sul quadrato con Ylenia Barbagallo (IF), il gruppo Arbore/Beltrame/Lanza/Rexhepi/Verderio e il trio Barbagallo/Fornisetti/Picchio - per L’Aerobica Evolution (87.625) che conferma, grazie a Paolo Conti (IM), Sofia Cavalleri (IF) e al duo Conti /Oberti (CM) il bronzo vinto un anno fa a Colleferro.


Risalire la china è l’obiettivo della stagione ventura in comune a Ginnastica Macerata e Francavilla (assenti alla finale), costrette ad abicare in favore delle neo promosse in serie A Operazione Fitness (84.627) e Aerobica Entella che - sfruttando la regola di “una rappresentativa per campionato” - strappano un pass per il torneo maggiore. Operazione Fitness, poi, festeggia pure la vittoria in B, laasciandosi alle spalle proprio la compagine legnanese, ferma a quota 80.6525, e le liguri con il totale di 77.850.

Nella cornice della Sala degli Arazzi del Comune di Verona si è tenuta la conferenza stampa per la 27.a edizione del Grand Prix di Ginnastica, organizzato dalla Federazione Ginnastica d'Italia in collaborazione con SG Ghiretti and Partners e con il patrocinio del Comune di Verona e sponsorizzata da Gruppo Granarolo, AGSM, Mikelart e Istituto per il Credito Sportivo.

Voluta fortemente dall'Assessore dello Sport Alberto Bozza dopo il grandissimo successo dell'anno scorso -"lo scorso anno è stata una delle manifestazioni sportive più partecipate non solo dagli appassionati, ma da tutta la città stessa"- la città di Romeo e Giulietta celebrerà ancora una volta la ginnastica italiana nel suo insieme in concomitanza con l'anno olimpico, grazie ai numerosi ospiti che sono stati svelati.

Ginnastica Artistica. Per la femminile si esibirà la squadra di Rio composta da Carlotta Ferlito, Elisa Meneghini e Martina Rizzelli e la riserva Lara Mori, mentre Vanessa Ferrari ed Erika Fasana, entrambe reduci da operazioni, presenzieranno comunque all'evento. Anche le componenti della Nazionale Enus Mariani, Martina Basile (argento e bronzo ai Campionati Europei Juniores 2016) e la "neo-italiana" Giada Grisetti prenderanno parte al Grand Prix.

Per la maschile, invece, vedremo Enrico Pozzo, tre volte olimpionico nonché oro nell'All Around agli Assoluti 2016, Marco Sarruggerio, Paolo Principi, Marco Lodadio, Giancarlo Polini, Stefano Patron, Filippo Castellaro e Luca Lino Garza.

Ginnastica Ritmica. Dalla giovane squadra junior alle Leonesse, che ci saranno sia nella formazione di Rio (sarà l'ultima volta per la capitana Marta Pagnini) che in quella nuova, che si preparerà per il prossimo quadriennio fino a Tokyo 2020. Per quanto riguarda le individualiste, si esibirà l'olimpionica di Rio Veronica Bertolini (vincitrice del premio Grand Prix l'anno scorso), in compagnia delle giovani promettenti Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri, bronzo nel team agli europei junior di Holon 2016.

L'ospite internazionale quest'anno sarà niente di meno che l'ucraina Ganna Rizatdinova, medaglia di bronzo a Rio 2016 per la ritmica individuale.

Ginnastica Aerobica. L'anno scorso si presentarono da campioni europei, quest'anno tornano da campioni e vice-campioni mondiali: Davide Donati e Michela Castoldi insieme al team che hanno fatto faville a Incheon 2016. “Molto bello esibirsi a Verona lo scorso anno, anche perché festeggiavamo l’Argento europeo. Quest’anno torniamo e celebriamo qualcosa di ancora più grande come l’Oro mondiale. Abbiamo in programma un esercizio diverso, un po’ più impegnativo, speriamo di far divertire il pubblico” dice Davide, mentre Michela ribadisce: “Quest’anno rinnoveremo la nostra esibizione ma punteremo a coinvolgere il pubblico come in passato. Faremo anche una performance col gruppo con cui abbiamo vinto l’Argento mondiale, per cui faremo festa tutti assieme al Grand Prix”.

Trampolino Elastico. Per motivi di spazio non potrà esibirsi, ma Flavio Cannone, plurimedagliato e tre volte olimpionico, verrà comunque festeggiato, anche in concomitanza con il suo compleanno, in rappresentanza della disciplina.

GpT. Padrona di casa sarà la Società Fondazione Bentegodi, ma non mancheranno anche esibizioni da parte di altre società sportive italiane in rappresentanza della Ginnastica per Tutti.

Non solo ginnastica. Lo show si ingrandisce, infatti, insieme alla partecipazione di Bebe Vio, Campionessa di scherma, medaglia d'oro e di bronzo alle ultime Paralimpiadi e Nicoletta Tinti, ex ritmica ad Atlanta 96, ora ballerina; Miss Italia 2016 Rachele Risaliti, ex ginnasta dell'Etruria Prato, e anche dei The Van Houtens, il duo formato dai fratelli Alan e Karen Rossi (ex tecnico FGI), già visti alle audizioni di X-Factor 2015 e che si esibiranno insieme alle Leonesse e a Carlotta Ferlito.

L'immancabile Igor Cassina, oro alla sbarra di Atene 2004, sarà ancora una volta conduttore della giornata, insieme alla "compagna di medaglia" Laura Vernizzi, argento sempre ad Atene con le allora Farfalle.

L'inizio dello show è previsto alle ore 15.00 e sarà in leggera differita su RaiSport a partire dalle 18.20 circa. Qui informazioni sui biglietti e luogo dell'evento.

Lo spettacolo della ginnastica italiana torna nella cornice veronese dopo il grande successo dello scorso anno, come già annunciato qui.
Mentre Igor Cassina e Fabrizia d'Ottavio hanno avuto l'onore di presentare l'evento, l'anno scorso abbiamo visto esibirsi la squadra nazionale di ritmica, confermata anche quest'anno; la coppia d'oro dell'aerobica Donati e Castoldi; mentre per l'artistica c'erano, tra gli altri, Larisa Iordache, Vanessa Ferrari, Carlotta Ferlito, Ludovico Edalli, Enrico Pozzo.

A distanza di un mese circa dalla nuova edizione e in attesa di sapere definitivamente i ginnasti che parteciperanno, abbiamo qualche informazione in più da darvi come, ad esempio, l'acquisto dei biglietti.

DOVE: a Verona, come precedentemente detto. La sede sarà di nuovo l'ex PalaOlimpia, dal 1 ottobre rinominato AGSM Forum, sito in Piazzale Atleti Azzurri D'Italia, 1, 37138 Verona VR.

QUANDO: sabato 5 novembre 2016.

COME: Ovvero, i biglietti. Il prezzo è di 15 euro (10 euro per i tesserati FGI) per la tribuna non numerata, 20 euro (17 euro per i tesserati FGI) per la tribuna numerata, 28 euro (25 euro per i tesserati FGI) per il parterre. Sono previste inoltre, fino ad esaurimento delle disponibilità, agevolazioni e scontistiche per società affiliate alla FGI.

La prevendita è attiva sul circuito online http://www.ticketone.it/, oppure tramite Call-center al numero 892101 (servizio a pagamento) e presso i punti vendita Ticketone. La Segreteria dedicata all’evento, raggiungibile ai numeri 3666257294 - 3463329046 e all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., è attiva dal lunedì al venerdì (10-13 e 14.30-18.30).

CHI ci sarà: la line-up non è ancora definita ma le Leonesse sono già state confermate. Questa sarà l'ultima occasione per poter vedere dal vivo la formazione di ritmica capitanata da Marta Pagnini, prima della nuova squadra che affronterà il nuovo quadriennio: “Spero che il pubblico veneto ci accolga come lo scorso anno in maniera calorosa ed emozionante - ha dichiarato Marta - e dimostri nuovamente tutto il suo amore per questo sport e per queste atlete. Il Grand Prix di Ginnastica sarà un’occasione unica per assistere all’ultima esibizione, sulla pedana di un grande evento, delle mie Leonesse. La Nazionale di ritmica, infatti, si sta già riformando con le nuove ragazze per il prossimo quadriennio che porterà a Tokyo 2020 e per la stagione agonistica imminente, che culminerà con gli attesi Mondiali a Pesaro. La nostra è una squadra olimpica e rimarrà pertanto nella storia, dopo il Bronzo di Londra 2012 e il podio sfiorato di un soffio a Rio de Janeiro: all’AGSM Forum, oltre alle esibizioni della grande ginnastica, gli spettatori potranno assistere all’unione e allo spirito di 10 ragazze che hanno vissuto il sogno dei Giochi. A Verona ci congederemo davanti ad un pubblico che, sono sicura, ci darà ancora i brividi”.

CHI organizza: ancora una volta, la Federazione Italiana si affida alla SG Plus Ghiretti & Partners, supportata dalla Fondazione Bentegodi e con il patrocinio del Comune di Verona. L'Assessore allo Sport del Comune di Verona, Alberto Bozza ha dichiarato: "Questo è il secondo anno consecutivo per il Grand Prix a Verona, dunque un’ulteriore conferma del fatto che la nostra città stia diventando sempre più un centro focale per lo sport in Italia, affermandosi come fucina di talenti che riempiono di risultati e soddisfazione tutto il territorio. L’evento, spettacolare non solo dal punto di vista sportivo, è un vanto per la nostra Amministrazione e ringrazio l’organizzazione per aver reso Verona nuovamente capitale della ginnastica. Gli atleti che si esibiranno in pedana rappresentano un modello importante per i giovani, che va promosso e sostenuto"

In attesa della nuova edizione, qui potete vedere un'anteprima da parte di FederGinnastica.

Per non perdersi nemmeno un momento, l'evento ha una propria pagina Facebook ufficiale (Grand Prix di Ginnastica), oltre al profilo Twitter (@GPginnastica) e Instagram (grandprixginnastica). L'hashtag ufficiale è #GrandPrixGinnastica.

Gli Azzurrini dell'Aerobica ci mandano un saluto dalla World Age di Incheon (Korea del Sud) subito dopo le stupende vittorie del bronzo nel trio e nel gruppo. Per loro lo slogan non è più "non c'è due senza tre" ma "non c'è Trio senza Gruppo"!

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

Top News

Calendario

« Aprile 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30