Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 14 Dicembre 2018

Tra le molteplici stelle azzure ed internazionali del Grand Prix di Ginnastica Antenore Energia 2018 presso la cornice della Kioene Arena di Padova, abbiamo incontrato la Campionessa del Mondo di Aarhus 2006 e finalista a Rio 2016.

 

Ciao vanessa, ci puoi fare il punto della situazione, come stai e quando pensi di tornare alle competizioni?

Dopo lo scorso Ottobre sono riuscita a ritornare in palestra ma a Settembre mi sono dovuta fermare di nuovo per un'edema osseo allo stesso piede dove già mi ero rotta il tendine a Stoccarda nel 2007; questo mi ha tenuta ferma altri due mesi ma andavo comunque in palestra a fare quello che potevo, ma comunque non potevo saltare perchè rischiava di rompersi di nuovo.

Ho ricominciato settimana scorsa a saltare, ora spero che tutto vada pian piano a posto e se tutto andrà per il meglio dovrei riuscire a rientrare per le prossime gare di Coppa del Mondo di inizio 2019, a seconda di come proseguirà la preparazione.

 

Che sensazioni hai saltandoci sopra?

Non posso dire molto perchè fin quando non tornerò a fare acrobatica seriamente non posso saperlo. Nella vita di tutti i giorni e allenandosi in condizioni facilitate per ora sta andando bene, ovviamente quando tornerò a fare i salti che facevo prima e le condizioni di morbido inizieranno a sparire, per avere una condizione più simile alla gara, capiremo come sarà veramente.

 

Questo è un obbiettivo a breve termine, ma gli obbiettivi a lungo termine?

Sicuramente questi obbiettivi servono per la qualificazione alle Olimpiadi, perchè dopo Rio ho deciso di fare il programma individuale, e quindi il mio programma non sarà più quello di andare a fare i Mondiali per qualificare la squadra ma durante queste gare cercherò di qualificarmi individualmente. 

Non so come arriverò a Tokyo e se ci arriverò, dopo essere rientrata il mio obbiettivo è stato puntare a Tokyo, anche se non posso sapere cosa succederà, io comunque mi preparo per quello.

 

Cosa ne pensi della generazione di ginnaste classe 2003?

Sono tutte ginnaste molto forti, e spero che le vada tutto come pianificato, perchè sicuramente potranno qualificarsi per le Olimpiadi se saranno in condizioni ottimali.

 

L'importanza che hanno questi eventi come il Grand Prix della Ginnastica Artistica per attirare il vostro pubblico ì, durante questi eventi che sensazioni si respirano vedendo tutto questo affetto?

E' bellissimo avere il sostegno di tutto il pubblico in queste esibizioni e nelle gare, ma è nei momenti di sconforto in cui magari va male una gara o ci si infortuna che si vede veramente chi ti sta vicino; come quando mi sono rotta il tendine, tantissime persone che non pensavo mi sono state vicine.

 

Oggi è stato rispetto un minuto di silenzio prima dell'inizio del Grand Prix per la tragedia di Ancona, dove tra le vittime c'è anche una ragazzina che faceva ginnastica, vuoi esprimere un pensiero?

Mi è dispiaciuto tantissimo, vorrei stare più vicina possibile alla famiglia.

Come ogni primo weekend di Dicembre, al PalaArrex di Jesolo Lido sono andate in scena le finali del Campionato Nazionale Allieve Gold (c1-c2-c3a e c3b) la ex serie-C, con le migliori rappresentative italiane di Ginnastica Femminile per la categoria Allieve.

A fare la parte del leone, nella massima categoria Gold 1, proprio le Leonesse della Brixia Brescia (227,125) che con ben 19 punti di distacco dalla Ginnastica Civitavecchia (208,525) e 23 dalla Ginnastica Romana (204,600) si laureano Campionesse d'Italia 2018. 

In evidenza l'azzurina Angela Andreoli, che presenta già difficoltà altissime al suolo (tsukahara) e in trave, e trascina la squadra e le compagne Giorgia Leone e Giulia Leone alla conquista del titolo.

Da notare anche le prestazioni di Manila Esposito per la Ginnastica Civitavecchia, Aida Colamonici per la Ginnastica Romana e Giulia Antoniotti della Societa Varesina Ginnastica, che si sono messe in luce per difficoltà ed esecuzione ai quattro attrezzi, con partocolare eveidenza per le parallele che iniziano a diventare attrezzo di punta per molte italiane, non solo nella categoria senior.

Si impone nella Gold 2 la Ginnastica Heaven (195,475) di Ilaria Martines, seconda Polisportiva Fino Mornasco (193,800) e sul gradino più basso del podio la Corpo Libero G.T. (193,225). Da notare ambra D'Innocenzo della Ginnastica Heaven, Diana Brambillasca della Polisportiva Fino Mornasco e Giovanna Doria della Corpo Libero Gt.

Nella categoria Gold 3a Vis Academy (172,875) sul gradino più alto del podio, a soli due decimi Alfonso Casati Arcore (172,850) e chiude la Brixia (172,325).

Trionfa anche nella categoria Gold 3b ma con solo 1 punto di scarto la Brixia (179,450), seguono Alfonso Casati Arcore (178,125) e G.A. Est Veronese (176,975).

Incredibile! Non vi è aggettivo più adatto per descrivere l'avventura di Giorgia Villa alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires in corso di svolgimento, perchè l'azzurrina non avrebbe saputo fare meglio concludendo con l'oro al corpo libero la sua avventura in terra argentina. 

Dopo la storica medaglia d'oro nel concorso generale Giorgia Villa ha saputo confermarsi come la migliore ginnasta junior al mondo sulla pedana del corpo libero con un 13.300 (4.8 D) che ha lasciato indietro la britannica Amelie Morgan e l'ucraina Anastasia Bachynska. Pulizia, potenza e precisione estrema sui salti hanno caratterizzato il suo esercizio, convincendo i giudici ed incantando il pubblico presente.

La precisione che l'ha distinta anche sulla tavola il giorno prima, con l'esecuzione di uno yurchenko con doppio avvitamento che non ha lasciato alcun dubbio alla giuria a darle 14.600, che insieme al 13.866 del secondo salto la fa terminare a una media di 14.233, lasciando dietro di sé l'ungherese Csenge Bacskay e la canadese Emma Spencer.

Tre sono i titoli iridati con cui fa ritorno a casa la ginnasta in forza alla Brixia, un bottino storico insieme all'argento alle parallele asimmetriche ed un quarto posto alla trave.

La ginnasta accompagnata dal tecnico Marco Campodonico ha saputo bissare il successo di Carlotta Ferlito ai Giochi del 2010, che pur con tre medaglie non raggiunse l'oro, mettendo una grosso punto esclamativo su quelle che saranno le prossime competizioni che la vedranno coinvolta tra le senior, perchè dal 2019 la 15enne bergamasca farà il salto di categoria.

Di questo 2018 si dirà che è stato l'anno di Giorgia iniziato con l'oro Nazionale All Around, per ribadire il suo talento prima come Campionessa Europea Junior e infine come Campionessa Olimpionica Giovanile, possiamo dire la più forte Ginnasta Junior al Mondo.

Dal 6 al 18 ottobre si svolgerà a Buenos Aires (ARG) la 3^ edizione degli Youth Olympic Games (YOG). La rappresentativa federale, inserita nella missione ufficiale del Comitato Olimpico Nazionale Italiano sarà così composta:

GAM

  • GIANNINI Lay - Ginnasta
  • PALLOTTA Riccardo - Allenatore

GAF

  • VILLA Giorgia - Ginnasta
  • CAMPODONICO Marco - Allenatore

RITMICA

  • TORRETTI Talisa - Ginnasta
  • CANTALUPPI Julieta - Allenatrice

Gamba a tutti i ginnasti e le ginnaste che porteranno il tricolore in Argentina.

 

 

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments