Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 23 Novembre 2017

A qualche giorno di distanza dalla decima edizione dei Campionati Europei di Ginnastica Aerobica, abbiamo deciso di provare a raccontarvi le emozioni che questo fantastico mondo ci ha regalato.

Non era la prima volta che il nostro sito si occupava di questa disciplina. La differenza, però, è che ad Ancona siamo stati dei privilegiati spettatori.

Iniziamo col dire che una qualiasi manifestazione internazionale disputata in casa, è speciale di per se. Non solo perchè non devi affrontare viaggi estenuanti ma soprattutto perchè hai l'onore (e l'onere, sia chiaro) di poterti esibire di fronte al tuo pubblico.

Il Pala Prometeo Estra di Ancona ne è stato certamente la prova, con i suoi 2000 spettatori, che nel week end hanno saputo trasmettere ai loro paladini delle emozioni uniche.

Quest'energia speciale l'abbiamo percepita anche noi, e l'abbiamo vista dipinta sui volti di tutti gli atleti azzurri. Tantissime le lacrime, di gioia ovviamente, al termine di ogni routine. Tanta grinta e determinazione ma soprattutto un gruppo fantastico. 

Il Gruppo, questo è l'aspetto principale, quello che ci ha colpiti di più. Quello che secondo noi, questi ragazzi, potrebbero insegnare a molti. 

Non parliamo tanto per farlo. Parliamo sui fatti. E ciò che ha fatto emozionare noi e questo meraviglioso mondo è stata la dichiarazione di Michela Castoldi della quale vi riportiamo uno stralcio: "Siamo 5 ragazzi semplici, uguali ma diversi. Nel corso degli anni abbiamo trovato una sintonia pazzesca, un legame che ci unisce dentro e fuori la pedana, una amicizia che si consolida ogni giorno di più. Condividere queste esperienze con voi è per me un onore, ognuno di voi mi ha insegnato qualcosa e mi ha aiutata a crescere sia come atleta che come persona. Vi considero i miei migliori amici e non potrei mai immaginarmi di entrare in pedana senza uno di voi. Ognuno di noi ha dato il cuore su quella pedana e si, purtroppo la medaglia non è arrivata, ma non è quello l'importante. Le medaglie prima o poi finiscono in un cassetto, le emozioni invece rimangono nel cuore."

I ginnasti che compongono le squadre azzurre, chiaramente, provengono da diverse parti d'Italia. Ma la sostanziale differenza rispetto alle altre discipline è che loro si riuniscono pochissime volte per provare tutti insieme i vari esercizi in gruppo, trio e coppia.

Provando a fare un paragone (cosa che non ci piace particolarmente ma renderà meglio l'idea) possiamo prendere ad esempio le Farfalle della Ritmica. A loro è dedicato un intero palazzetto (e a breve una struttura costruita appositamente) dove poter vivere ed allenarsi insieme tutto l'anno. 

E' chiaro, quindi, che il fatto di riuscire a portare in pedana degli esercizi in assoluta sincronia e trasmettere, allo stesso tempo, una complicità e coesione tale, rende ancor più pesanti le medaglie e i successi raggiunti.

Il presente di questa disciplina è ben chiaro, così come lo è il futuro. In pedana, infatti, si sono alternati i campioni di oggi e i campioni di domani. L'Aerobica Azzurra deve essere grata per l'immenso lavoro che tutti i tecnici svolgono dietro le quinte e dentro le rispettive palestre. Di fronte a noi c'è un lungo cammino che, speriamo, possa portare dopo oltre un ventennio di lavoro, la Ginnastica Aerobica, nell'Olimpo degli sport a cinque cerchi.

 

View the embedded image gallery online at:
http://ginnasticando.it/details/tag/Ancona#sigProIdf56b046609

 

Che emozione! Davide Nacci è medaglia d'argento nell'individuale maschile. Non poteva aprirsi meglio di così questa giornata di finali del decimo Campionato Europeo di Ginnastica Aerobica. 

Tantissime lacrime, di gioia ovviamente, sui volti di atleti, tecnici e pubblico. Lo dicevamo ieri, gareggiare in casa è già un'emozione unica, figuratevi vincere anche un metallo così pregiato.

Questo ragazzo sarà il futuro dell'Aerobica Italiana. Nei corridoi del Pala Prometeo Estra sono due giorni che non si parla d'altro e adesso per la furia pugliese è arrivata anche la conferma. Riconferma, infatti, l'agento ottenuto agli Europei di ELvas del 2015. A lui e ai suoi allenatori auguriamo il meglio. Ora sarà impeganto anche nella coppia e nel trio.

Termina, invece, con un ottavo posto  e con  19.800 (D 3.150 -E 8.500 – A 8.150) punti l’esordio di Francesco Sebastio, distintosi tra i più forti ginnasti del continente sul quadrato anconetano. 

Nell’Individuale Femminile, l’azzurrina Camilla Cubito è autrice di un 20.200 (D 3.050 – E 8.750 – A 8.400) valido per il 6° posto in classifica. Il talento dell’Amico Sport di Legnano, dopo l’8° piazzamento delle qualifiche, alza il tiro migliorando di ben due decimi e mezzo la propria routine.

Il pubblico di casa, nelle gare internazionali, è sempre una ragione in più che ti spinge a dare oltre te stesso, ed oggi si è visto! Un Italia pronta, decisa e aggressiva ha saputo dimostrare la sua levatura tecnica riuscendo a qualificarsi quasi in tutte le finali.

Tra i big, conquistano un posto per la final eight di domani la Coppia Mista Davide Donati/Michela Castoldi, duo campione iridato e vice campione europeo in carica, e gli esordienti a livello internazionale in questa specialità Emanuele Caponera e Sara Natella. Dentro anche il nuovo Trio senior e il Gruppo, quello argento mondiale a Incheon 2016, e  l'individualista Riccardo Pentassuglia. Torna in pedana, domani, anche la formazione dell'Aero Dance.

Sul fronte juniores ieri l'Italbaby ha firmato l'enplein, aggiudicandosi un posto in finale in tutte e cinque le categorie, talvolta anche con il doppio esercizio (possono qualificarsi due formazioni per Nazione). Protagonisti della giornata di sabato sono stati Davide Nacci, Francesco Sebastio e Camilla Cubito nelle rispettive prove individuali, il Trio e la Coppia Mista  - con entrambe le formazioni – e il Gruppo. Il risultato complessivo è valso, alla squadra giovanile allenata da Simona Scotto ed Emiliano Granzotto, il bronzo nel team ranking.

Domani, a partire dalle 10.00, torniamo tutti a tifare Italia per le finali junior e senior. Forza Azzurri!

"La decima edizione dei Campionati Europei di Aerobica è aperta ufficialemente". Queste sono state le paorle del n° 1 della FGI Gherardo Tecchi che hanno preceduto l'inno Italiano durante l'Opening Ceremony. Poi il Presidente ha proseguito: 

Un saluto a tutti i connazionali e alle delegazioni straniere presenti. Non si è ancora spento l'eco dei Mondiali di Ritmica e i riflettori si accendono nuovamente sulle Marche, in particolare ad Ancona con la prima Manifestazione Continentale di Aerobica mai organizzata in Italia. Questo a dimostrazione della grande capacità organizzativa del nostro Paese. Dal 1998 Aerobica iridata a Catania. Sport cresciuto tantissimo basti pensare che è diventata disciplina riconosciuta dal COE all'interno dei World Games. Grazie alle Amministrazioni locali che ci supportano costantemente, al Comitato organizzatore Pesaro Gym presieduto da Marco Cadeddu, al Comitato regionale Marche rappresentato dal numero uno Marco Baioni, il Presidente dell'Unione Europea di Ginnastica George Guelzec, il suo vice Farid Gaibov. Godetevi questa kermesse che si appresta ad essere la più divertente e partecipata

(Foto Matteo Zallocco/FGI)

Non era presente, ma ha voluto mandare i propri saluti, il Sottosegretario di Stato al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Dorina Bianchi. Ecco il testo integrale: 

Desidero porgere un caloroso saluto e un vivo ringraziamento alla FEDERAZIONE GINNASTICA D’ITALIA e al COMITATO ORGANIZZATORE per l’invito a partecipare alla Cerimonia di apertura DEL X CAMPIONATO EUROPEO DI AEROBICA.

Purtroppo, impegni istituzionali precedentemente assunti, non mi permettono di essere presente personalmente all’evento.

Desidero far giungere un mio saluto per essere comunque più vicina a voi tutti.

Voglio dare, prima di tutto, il mio benvenuto ai 700 ginnasti che sono arrivati nelle Marche e che provengono da ben 21 Nazioni europee.  

Per la prima volta nella storia, la rassegna continentale di questa disciplina si disputerà nel nostro Paese.  

Questi campionati, quindi, per la città di Ancona, per la regione Marche e per tutto il nostro Paese, sono una grande opportunità di crescita e di immagine.

Il connubio sport e turismo può completare l’offerta turistica di un territorio e diventare una risorsa significativa.

Lo sanno bene le Marche che proprio la scorsa estate hanno ospitato anche i Mondiali di Ritmica a Pesaro, attraendo più di 10mila appassionati e sportivi.

Grazie allo sport, questo territorio sta riscoprendo un'attenzione mediatica internazionale entrando a fare parte di circuiti nuovi: sia sportivi che turistici.

Il Governo ha scommesso sul turismo come asset strategico per il rilancio del Paese.

Il turismo sportivo è decisivo per destagionalizzare i flussi e per puntare sulla valorizzazione di itinerari alternativi.

Lo sport è un ottimo veicolo di promozione turistica.

Basti pensare che in Italia nel 2016 sono stati 887mila i viaggiatori stranieri che hanno scelto il nostro Paese come destinazione della loro vacanza sportiva.

Il turismo sportivo, per sua natura, possiede enormi potenzialità per lo sviluppo non solo economico, ma anche socio-culturale di una destinazione turistica.

Questo tipo di viaggio porta benessere non solo ai luoghi ma anche, e soprattutto, a chi pratica lo sport.

Questi campionati europei sono un grande momento di confronto, di socializzazione e di integrazione tra gli atleti di diversi Paesi e culture che trovano nello sport un linguaggio universale di condivisione e di crescita.

Desidero, quindi, complimentarmi con tutti gli sportivi che parteciperanno a questa competizione, che saranno protagonisti di un grande evento e ambasciatori dei valori fondanti di lealtà e rispetto insiti nella pratica sportiva.

Oggi, al di là della competizione, avete vinto tutti.

Con la certezza del più ampio successo di questo evento e di raggiungere sempre più grandi traguardi, porgo a voi tutti il mio più grande in bocca al lupo.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

Top News

Calendario

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30