Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 19 Ottobre 2018

Articoli filtrati per data: Sabato, 06 Gennaio 2018

Ecco il trailer del film  “The Simone Biles Story: Courage to Soar”,  ispirato all’omonima autobiografia della campionessa olimpica. Il film, prodotto da Lifetime, ripercorre la storia della Biles dalla palestra in Texas alle Olimpiadi di Rio del 2016, mettendo in luce la determinazione e i sacrifici che l’hanno portata a scrivere la storia della ginnastica artistica, diventando una leggenda. Nel film viene raccontata anche l’infanzia difficile e le difficoltà che la giovane ginnasta ha dovuto affrontare per raggiungere il successo.

Pubblicato in Notizie dal Mondo

È ancora aperto il capitolo sugli abusi sessuali che hanno sconvolto la ginnastica USA , svelando un triste e inaspettato retroscena che si nascondeva dietro alle numerose medaglie vinte dalla potenza statunitense.


Il prossimo 12 Gennaio Larry Nassar, ex medico della Nazionale Statunitense di ginnastica artistica femminile e della Michigan State University, comparirà davanti al tribunale del Michigan per la sentenza del processo che lo accusa di aver abusato sessualmente di giovani ginnaste di età inferiore a 15 anni durante le visite mediche, approffittando così del suo ruolo.  Le accuse sono state mosse da circa 150 atlete, tra cui le campionesse olimpiche McKayla Maroney, Alexandra Raisman e Gabby Douglas. Lo stesso Nassar, lo scorso Novembre, si è dichiarato colpevole di abusi sessuali su 7 ragazzine, definendosi “un mostro”.  L’ex medico, inoltre, è già stato condannato a 60 anni di reclusione per possesso di materiale pedopornografico.


Le accuse non sono state rivolte solo contro Larry Nassar: McKayla Maroney ha accusato di recente la federazione USA di aver comprato il suo silenzio con una cifra pari a 1.25 milioni di dollari. Sono rivelazioni importanti, che mettono in luce come la federazione abbia preferito il successo al benessere psicofisico delle atlete.  Diversi sponsor, tra cui la Procter&Gamble e la Kellog’s, hanno deciso di lasciare USA Gymnastics per prendere le distanze  da chi non ha tutelato le piccole atlete.


Le indagini non si fermano: sembra che  il procuratore generale del Michigan, Bill Shoutte, stia progettando di indagare sulla Michigan State University e su come ha gestito il caso di Larry Nassar. La Michigan State University potrebbe essere responsabile di aver ignorato le denunce contro il dottore e di avergli permesso di continuare a lavorare con i pazienti nel 2015, quando era sotto inchiesta penale per violenza sessuale.

Pubblicato in Notizie dal Mondo
  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments