Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 28 Aprile 2017

Articoli filtrati per data: Venerdì, 14 Aprile 2017
Venerdì, 14 Aprile 2017 14:50

FOTO Serie B Nazionale - Roma 2017

Dalla nostra inviata Valeria Tarallo le foto della 2^ tappa della Serie B Nazionale di Roma 2017.

View the embedded image gallery online at:
http://ginnasticando.it/details/date/2017/4/14#sigProId09e9a4d614

Pubblicato in Gallery

Sul finire degli ultimi collegiali in vista della partenza, di cui vi avevamo parlato qui, i Direttori Tecnici dei settori femminile e maschile hanno finalmente deciso le squadre che domani partiranno per la Romania, in vista degli imminenti Campionati Europei.

Il DTN Enrico Casella ha scelto le ginnaste Sofia Busato (Brixia), Giada Grisetti (C.S. Bollate), Martina Maggio (Robur et Virtus), Lara Mori (Esercito). Insieme a loro partiranno anche le allenatrici Stefania Bucci, Monia Marrazzi e Laura Rizzoli

Per la maschile, come già preannunciato, partiranno Tommaso De Vecchis (Ginn. Salerno), Lorenzo Galli (Eur Roma), Marco Lodadio (Ginn. Civitavecchia), Carlo Macchini (Pro Carate), Stefano Patron (Spes Mestre), Marco Sarruggerio (Juventus Nova Melzo). Con il DTN Giuseppe Cocciaro ci saranno inoltre i tecnici Maurizio Allievi, Gianmatteo Centazzo e Andrea Massaro

I Campionati Europei 2017 si terranno a Cluj-Napoca (Romania) dal 19 al 23 aprile. La competizione sarà visibile integralmente -qualificazioni incluse- sul sito dell Eurovisione

Pubblicato in Femminile

L’aria che si respira al Palalottomatica è festosa e rilassata dopo la gara, quando Aurora Trombin e la sua allenatrice Moira Ferrari mi vengono incontro nell’area stampa. Ci accomodiamo in un angolo per fare la nostra chiacchierata e la cosa che mi salta subito all’occhio è l’insieme di soddisfazione e incredulità che Aurora ha stampato sul viso, come se stesse ancora aspettando il pizzicotto che le confermi che ciò che ha fatto oggi è successo davvero.

Le chiedo di raccontarmi la sua storia e lei parte da zero, mi dice che si chiama Aurora Trombin, che ha 13 anni e che ha cominciato a fare ginnastica all’età di 4, nella società sportiva Biancade. La sua spiccata propensione per la ginnastica artistica la porta a spostarsi, a 10 anni, in una società più grande, la Polisportiva Casier. È forse l’età giusta per lei, o forse è giusto l’approccio della sua ex-allenatrice Sabrina oppure è semplicemente il momento giusto per la sua crescita come atleta, perché Aurora in poco tempo entra a far parte del gruppo di semi-agonstica della società e riesce a diventarne la migliore. Si allena tre volte a settimana per due ore e mezza e la passione per questo sport diventa tanto incontenibile da contagiare anche i suoi genitori. I progressi fatti da Aurora in un tempo così breve sono tanto evidenti da indurli a chiedersi se non sia il caso di ambire ancora una volta a qualcosa in più. Decidono così di chiedere a Sabrina di portare Aurora in una società che pratichi non solo GpT ma agonistica e lei si dice d’accordo.

In breve tempo riescono a fissare un colloquio con la Gymnasium Treviso e quel giorno di due anni fa, circa, per Aurora si apre la porta su un mondo nuovo: l’agonismo. Moira mi spiega che pur avendo una buona base da cui partire, il lavoro da fare è stato tanto, soprattutto all’inizio quando si sono ritrovate a dover costruire un percorso agonistico dal principio. Aurora, però, non si è lasciata spaventare, al contrario, si è buttata a capofitto nella nuova impresa con impegno e tenacia e praticamente dal primo giorno ha cominciato a passare in palestra dalle cinque alle sette ore al giorno, tutti i giorni.

Allo stesso tempo accanto a lei comincia la preparazione al campionato di una squadra ai massimi livelli nazionali, che pochi mesi dopo il suo arrivo la catapulta proprio a Roma in un palazzetto gremito di tifosi, appassionati, fotografi e telecamere.

Lo scorso anno Aurora è una delle riserve della Gymnasium, con un unico attrezzo pronto per la gara, il volteggio, e sempre a Roma quest’anno, grazie a un forte ricambio generazionale che la squadra ha subito, si è ritrovata ad affrontare la gara come protagonista, con la grande responsabilità di trainarla verso la salvezza.

Pochi minuti prima, osservandola saltare tra staggi delle parallele non avrei mai pensato che nemmeno un anno fa Aurora era in grado di eseguire solo un paio degli elementi che adesso mostra con naturalezza, il che ha dell’incredibile.

Mi viene spontaneo chiederle com’è stato gestire la tensione della gara e lei mi confessa che, sì, il peso di diecimila occhi puntati addosso non è stato affatto facile da ignorare, che ha commesso qualche errore di troppo al corpo libero e che per farle ritrovare la concentrazione Moira ha deciso di farle saltare un attrezzo, ma non mi dice ciò che invece è evidente sul suo volto: vorrebbe rifarlo e al più presto. La gestione della fatica e l’incremento dei valori di partenza sono i due grandi obiettivi su cui Moira e Aurora stanno lavorando quest’anno. Il loro è un percorso ancora in divenire che cambia giorno dopo giorno e viene scritto in palestra con l’impegno e la dedizione che entrambe mostrano verso questo sport.

Le nostre strade si separano ma mi allontano carica di un messaggio di positività e speranza che mi fa credere che i sogni ad occhi aperti esistono e che Aurora Trombin ne stia vivendo uno proprio adesso.

Pubblicato in Femminile
  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

Top News

Calendario

« Aprile 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30