Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Mercoledì, 26 Aprile 2017

Brutte notizie dalla Romania, Sofia Busato atleta della Brixia Brescia si è infortunata durante il riscaldamento al volteggio. E' stata subito soccorsa dal fisioterapista e dal medico federale. L'azzurra è stata trasportata all'ospedale di Cluj Napoca per ulteriori accertamenti. Purtroppo si sospetta la rottura del legamento crociato del ginocchio. Si conclude quindi nel peggiore dei modi il capionato europeo per la ginnasta azzurra. Sofia era probabilmete l'atleta con maggiori possibilità di andare a medaglia nella rassegna individuale. Ora il tecnico Enrico Casella ha a disposizione Lara Mori, Martina Maggio e Giada Grisetti. 

Facciamo quindi un augurio di pronta guarigione a Sofia Busato.

Gamba ragazze.

E' andata bene l'operazione al tendine di Giorgia Villa, infortunatasi al decimo trofeo della città di Jesolo mentre eseguiva la prima diagonale al corpo libero, tsukahara mani a terra. Il DTN Enrico casella ha precisato che la prognosi è positiva, dopo le quattro settimane di gesso si prevede un tempo di recupero di sei mesi circa. Molto soddisfatto è stato anche il presidente della Brixia che tramite il suo profilo facebook saluta Giorgia e le fa i migliori auguri di pronta guarigione. 

Le facciamo anche noi tantiauguri con la speranza di rivederla presto in pedana. Gamba Giorgia. 

Dal 6 al 10 aprile in Spagna a Guadalajara andranno in scena i giochi del mediterraneo juniores. Gli Azzurri nel 2014 a Ragusa erano andati molto bene con Sofia Busato, Davide Odomarro, Lorenzo Galli e Pilar Rubagotti. Quest'anno gli azzurri a scendere in campo gara saranno: Lay Giannini, Mirko Galimberti e Yumin Abbadini. Tutti atleti forti e di carattere che già hanno dimostrato quanto siano promettenti. Non è da meno la squadra femminile che schiera Alice D'amato, Martina Basile che ha fatto furore agli Europei di Berna salendo due volte sul podio ed Elisa Iorio. Quest'anno c'è anche una grande novità: sarà infatti presente anche la sezione aerobica con due grandi atleti: Davide Nacci e Camilla Cubito, accompagnati da Riccardo Pallota (allenatore GAM) e da Marco Campodonico e Chiara Ferrazzi (allenatori GAF). L'aerobica quest'anno sarà impegnata nei campionati Europei della disciplina che si svolgeranno ad Ancona e nei World Games di Breslavia.

E anche per il trofeo di Jesolo manca pochissimo, nella cittadina della riviera veneta e nei comuni limitrofi le strade sono tappezzate di cartelloni pubblicitari ci si aspetta quindi come sempre un gran numero di spettatori. Intanto le azzurre mercoledì e giovedì della prossima settimana saranno a Brescia per un collegiale in preparazione al grande evento. I nomi delle convocate senior sono: Sofia Busato, Sara Barardinelli, Giada Grisetti, Caterina Cereghetti, Francesca Noemi Linari, Martina Maggio, Lara Mori e Desirè Carofiglio. Le Junior che prenderanno parte al collegiale invece sono: Martina Basile, Camilla Campagnaro, Benedetta Ciammarughi, Asia e Alice D'Amato, Giulia Cotroneo, Matilde De Tulio, Alessia Federici, Elisa Iorio, Simona Marinelli, Giorgia Villa e Sydney Saturinino.

Gamba Azzurre  

Il settimo campionato europeo di artistica maschile e femminile è praticamente alle porte, manca sempre meno al 19 aprile. I tecnici hanno comunicato i primi nominativi dei possibili quindi ancora provvisori convocati. Per quanto riguarda le ragazze, il tecnico Enrico Casella ha fin ora scelto DESIRE' CAROFIGLIO, GIADA GRISETTI, NOEMI LINARI e LARA MORI. Prima del grande evento però ci sono altri due importanti appuntamenti: il trofeo di Jesolo e la serie A di Roma. Nulla è quindi ancora deciso e le carte in tavola possono cambiare in qualsiasi momento. Le azzurre dovranno sfruttare questi due importanti palcoscenici per dimostrare di meritarsi un posto in squadra.

A breve le convocazioni della maschile.

 

Lo scorso luglio milioni di persone hanno visto i nomi del team Statunitense che avrebbe composto la squadra olimpica. Mentre la celebrazione durante le prove pre-olimpiche tra selfies confetti e apparizioni sui media era la realizzazione del sogno di una vita per le 8 ragazze della squadra stellare, per Maggie Nichols fu una conclusione devastante. La Nichols che solo un anno prima aveva contribuito alla vittoria degli USA ai campionati del mondo, vincendo anche un argento al corpo libero. Ma quel giorno il suo nome non venne chiamato, rimase negli spogliatoi.

Tre giorni dopo l'allora diciottenne Nichols decise di ritirarsi dalla ginnastica d'elite e di passare alla ginnastica universitaria.

Anche se la mancata chiamata olimpica per Maggie fu straziante, le diede la possibilità di riposarsi durante l'estate e di concentrarsi sulla concorrenza universitaria.

Univesity of Oklahoma.

Maggie è così diventata in breve tempo la miglior ginnasta a livello collegiale vincendo tutte le gare.

“in elite a meno che non si è in cima, davvero non si ottiene il giusto riconoscimento” sono queste le parole di Kyla Ross medaglia d'oro a Londra nel 2012 e ora matricola nella ginnastica universitaria. Sempre Kyla continua riferendosi a Maggie, che è bello vedere qualcuno che ha lavorato tutta la sua vita in questo sport ottenere finalmente il riconoscimento che si merita.

Maggie Nichols era sempre stata al vertice della nazionale Statunitense, vincendo un argento all around ai campionati nazionali nel 2015, un bronzo e un oro ai mondiali nello stesso anno e un altro argento all around nel marzo del 2016. Ma poi un infortunio al menisco seguito da un intervento chirurgico compromise la sua preparazione. Nonostante tutto riuscì a partecipare ai campionati nazionali conquistando un sesto posto all'around e un quarto posto al corpo libero. Ma non bastò per essere convocata nella squadra olimpica.

“Sono stata abbastanza delusa in un primo momento” ha detto Maggie. “avevo lavorato per molto tempo ma ho fiducia nel personale della nazionale e ho accettato la decisione”. “Sapevo di avere maggiori e migliori opportunità in Oklahoma, quindi sono ero triste in un primo momento ma ora sono felice di essere qui”.

Dopo un'estate di allenamento a casa in Minnesota, ma anche di tempo libero per rilassarsi ed uscire con la famiglia e gli amici, una rigenerata Maggie Nichols ha cominciato il suo primo anno a Norman nel mese di agosto. Ha subito legato con le nuove compagne di squadra e trovato il giusto equilibrio tra studio e allenamento. Nonostante la squadra universitaria fosse già campione nazionale, Maggie ha subito cementato il suo posto come stella della squadra. Durante una competizione contro Alabama, Maggie ha conquistato la vittoria all around alla trave e al corpo libero con un punteggio di 39.725.

Maggie ha dominato la concorrenza vincendo cinque titoli individuale e facendo il record dell'università con il punteggio di 39.875.

“E' incredibile” ha detto Simone Biles campionessa olimpica e amica di lunga data di Maggie. Che ha chiamato la Nichols la persona più dolce che abbia mai incontrato nella sua vita. Continua la Biles dicendo: “sono stata molto colpita vedendola gareggiare, e penso che se facessi ginnastica universitaria con lei mi batterebbe”. La 5 volte medagliata olimpia era presente alla vittoria contro Albourn in febbraio, era come i vecchi tempi conclude Simone Biles di nuovo insieme.

A sostenere Maggie c'è anche il grande tifo che solo i palazzetti universitari sanno dare.

“la ginnastica d'elite è molto più individuale e formale. Quella universitaria invece e molto più informale e divertente. Ed io mi sto divertendo molto. I Sooners hanno vinto gli ultimi cinque titoli e Maggie è convinta che la squadra può vincere un altro campionato nazionale quest'anno. L'obbiettivo di Maggie è aiutare la squadra a vincere il titolo ma ha occhi anche per titoli individuali.

“spero di vincere alcuni campionati nazionali” ha detto meggie mentre si parla di obbiettivi per la squadra. “c'è davvero tanto talento in questo team e dimostreremo che quest'anno gli Sooners sono davvero qualcosa di speciale. Certo sarebbe bello vincere qualche titolo individuale.

Ma non importa cosa succederà ai campionati nazionali Maggie è davvero felice essere dov'è.

“sono molto più che felice di essere qui mi sento parte di una famiglia, gli allenatori e lo staff sono fantastici sanno come aiutarmi. Mi sento come a casa.

FONTE ESPN W

Sono molto orgogliosa che la Romania abbia l'opportunità di ricevere atleti da ogni parte d'Europa. Sarà un momento di festa per tutta la ginnastica e lo sport romeno. Io mi auguro davvero che l'intera città partecipi a questa meravigliosa rassegna, sostenendo i nostri beniamini e ovviamente incrociando le dita”. Sono queste le parole della plurimedagliata Nadia Comaneci, che sarà anche ambasciatrice dell'evento.

I campionati Europei, maschili e femminili, dunque dopo 60 anni ritornano in Romania, nella città di Cluj Napoca nella regione della Transilvania. Il tutto si svolgerà nella magica cornice del Polyvalent Hall, dove in questi giorni si sono incontrati emittenti televisive, rappresentanti del UEG e del comitato organizzatore per discutere di questioni inerenti all'imminente Campionato Europeo.

Durante la rassegna che andrà in scena dal 19 al 23 aprile, su invito della federazione di Bucarest e del COL, sarà presente anche il neoeletto presidente FIG Morinari Watanabe, questa sarà una delle sue prime uscite in veste ufficiale.

L'aria comincia ad essere Frizzante nella città romena è il nuovissimo palazzetto il più grande di tutto il Paese è pronto ad accogliere si spera tanto pubblico.

Gamba a tutti. 


La sesta edizione del Golden Age Gym Festival, una rassegna sportiva organizzata dalla federazione europea di ginnastica e dalla FGI, con la partecipazione del comune di Pesaro e di Esatur Sport, dedicata agli “over” 50. Si terrà dal 15 al 22 settembre del 2018 a Pesaro. Ci sono già più di 2000 iscrizioni con atleti provenienti da 26 paesi d'Europa. L'edizione del 2016 tenutasi a Portorose in Slovenia, ha registrato 1800 iscrizioni e atleti di 17 paesi Europei.

Marco Caddedu presidente del comitato organizzativo ha dichiarato che: “ si tratta di un evento importante che porterà in città migliaia di atleti con parenti e amici al seguito”. Per Pesaro non si tratta quindi solo di un evento sportivo ma anche di tanto turismo. La città marchigiana si conferma quindi come gli è stato conferito lo scorso novembre, città europea dello sport.

Un festival che negli ultimi anni è cresciuto molto, già rispetto all'edizione del 2016 ci saranno almeno 200 atleti in più.

Anche se manca ancora più di un anno a Pesaro è già quasi tutto pronto. La cerimonia di apertura si terrà al Palascavolini, ogni nazione sfilerà con la propria bandiera e avrà il proprio posto riservato all'interno del palazzetto. Ci saranno concerti spettacoli teatrali e discorsi di benvenuto.

Non resta quindi che darvi appuntamento a Pesaro per settembre del 2018.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

Top News

Calendario

« Aprile 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30