Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 21 Ottobre 2018

 

Il team svizzero di ginnastica ritmica creerà una nuovo gruppo dopo aver fallito la qualificazione per i Campionati del Mondo 2019. In questi giorni infatti i contratti delle ginnaste nazionali Tania Cardinale (Oak Gymnastics Ginevra), Gina Dünser (RG Ems), Jasmin Frieden (FSG Lucens), Tamara Stanisic (RG Wetzikon), Rahel Steinger (RG Langenthal) e Julia Wymann (RG Ittigen), sono stati liquidati.

Al 25 ° posto agli ultimi campionati del mondo a Sofia (BUL), la nazionale svizzera di ginnastica ritmica ha mancato la qualificazione per i Mondiali del 2019.

A seguito di questo risultato, le possibilità della squadra di partecipare alle Olimpiadi del 2020 secondo la Federazione Svizzera sono praticamente nulle da qui la decisione di ricominciare.

 

La stessa sta studiando, tra le altre cose, la costruzione e il finanziamento di una scuola di addestramento, adattata specificamente alle esigenze della ginnastica ritmica, nella regione di Bienne / Macolin.

 

"Mi dispiace per le ginnaste della squadra attuale che abbiamo dovuto prendere una decisione del genere. Tuttavia, hanno investito molto nello sport. Da un lato, la squadra è stata regolarmente rallentata dagli infortuni. D'altra parte, la concorrenza internazionale è aumentata. Il rinforzo della formazione purtroppo non ha dato i suoi frutti. La Federazione svizzera di ginnastica desidera ringraziare le ginnaste per il loro impegno nei confronti della ginnastica ritmica svizzera ", afferma Felix Stingelin, dirigente sportivo elite dell'FSG.

 

Il capo allenatore Iliana Dineva è responsabile della costruzione della nuova squadra per le Olimpiadi del 2024.

 

Lo scorso week end presso l’Uni Euro Arena di Forlì si è svolta la prima delle quattro tappe del Campionato di Serie A di ginnastica ritmica; ad organizzare la competizione l’Associazione sportiva Gymnica ’96, presieduta da Matteo Bartolini, in collaborazione con il Comitato regionale Emilia Romagna.

Tutta nuova la formula della Serie A 2018 che prevede un unico girone di venti squadre: al termine del Campionato le prime dodici accederanno alla Serie A1 del 2019, mentre le restanti otto (con altre quattro provenienti dalla B Nazionale) formeranno la Serie A2.

Vincitrice della tappa è la stata la squadra campione uscente della scorsa edizione la Faber Ginnastica Fabriano (Serena Ottaviani, Sofia Raffaeli, Milena Baldassarri, Karina Kuznetsova) allenata da Kristina Ghiurova e Julieta Cantaluppi con il complessivo di 103,250.

A seguire con appena un punto di differenza a 102,250 la squadra friulana dell’Udinese (Tara Dragas, Lara Paolini, Alexandra Agiurgiuculese, Linoy Ashram) allenate da Spela Dragas e Magda Pigano al secondo posto.

Terzo posto per l'Armonia d'Abruzzo con un complessivo di 100,600 totalizzato grazie alle buone interpretazioni fatte da Alice Capozucco, Federica Pettinelli, Vlada Nikolchenko, Alessia Russo e Eva Swaili Gherardi.

Molto interessante nell'individuale notare la differenza di pochi centesimi di punto al cerchio tra Alexandra Agiurgiculese e Milena Baldassarri (19,350 la prima 19,250 la seconda) che in un'ottica a medio periodo fa comprendere come le due ginnaste lavorino sodo per migliorarsi costantemente.

Da registrare molti miglioramenti tecnici anche nella serie cadetta.

Al nastro di partenza Ginnastica Aretè Misterbianco, Ritmica Albachiara Lucca, Braccio Fortebraccio Perugia, Ritmica Nervianese, Ritmica 2000 Quartu S. Elena, Doria Gym Taviano, Estense Putinati Ferrara, Milanese Forza e Coraggio, Polymnia Ritmica Romana e Auxilium Genova.

Vincitrice della prima tappa L'Auxilium Genova con il punteggio complessivo di 85,450 davanti a Polimnia Ritmica Romana (84,450) e Milanese Forza e Coraggio (78,050).

Lo spettacolo del campionato più bello del mondo si sposta da Forlì a Desio nella seconda tappa del3 e 4 novembre.

È stato uno dei capitoli più belli della storia della nostra disciplina - ha dichiarato il Presidente Cav. Gherardo Tecchi - e queste medaglie fanno parte di un libro che deve necessariamente occupare una delle parti più belle della nostra libreria, soprattutto in vista dei festeggiamenti del 150° Anniversario della nostra Federazione, in programma il prossimo anno”.

E' l'alba a Ponte San Pietro piccolo comune italiano di 11.508 abitanti della provincia di Bergamo, in Lombardia.

Piccolo come Giorgia Villa appena 15 enne che in questi luoghi è nata.

La notizia comincia a circolare e lo stupore cede il passo alla soddisfazione. Giorgia è campionessa olimpica juniores nella specialità All around.

Ci ha creduto fino in fondo e alla fine è riuscita a salire sul podio più alto davanti ad altre due stelle dell'artistica giovanile la britannica Amelie Morgan e l'ucraina Anastasiia Bachinska.

Attrezzo dopo attrezzo, sin da subito si comprendeva che non avrebbe fatto semplicemente la parte della comparsa ma avrebbe mirato al ruolo più importante di protagonista con un inequivocabile 14,566 al volteggio.

Gli impegni continuano per Giorgia con le finali di specialità dove tutto è possibile.

Dall'anno prossimo la giovane ginnasta inizierà un nuovo percorso negli Assoluti arrivandoci con un palmares di tutto rispetto che sicuramente visti i presupposti potrebbe riservarle altre piacevoli soddisfazioni.

 

Antonio Rossano

Ginnasticando.it

Giovanni Malagò attuale Presidente del CONI è stato eletto membro del Comitato Olimpico Internazionale nel contesto della 133 ^ sessione svoltasi stamane a Buenos Aires.

La sua carica con effetto dal Gennaio 2019 è motivo di vanto per tutto lo sport Italiano.

La Redazione di Ginnasticando.it augura al nostro amato presidente un buon lavoro.

Antonio Rossano

Ginnasticando.it

Ennesima conferma per la ritmica italiana al Torneo Internazionale per Clubs di Ginnastica Ritmica che si è svolto nel week end appena trascorso al Pala Carnera di Udine.

Altra medaglia d'oro è infatti giunta alla ginnasta locale Alexandra Agiurgiuculese capace con un proverbiale esercizio alla palla di conquistare non solo il podio più alto ma il pubblico presente oltre alla qualificata giuria presente scelta sapientemente dall'Associazione Sportiva Udinese (terzo club italiano in Serie A1 di ritmica), con il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia e la sponsorizzazione di Fiditalia e Axpo.

Alla competizione svoltasi in tre giornate che ha visto la partecipazione di oltre 120 ginnaste provenienti da 11 nazioni, la tecnica messa in pedana è stata decisamente interessante.

Un ottimo segnale considerato il fatto che fino a qualche tempo fa l'individuale della ritmica soffriva della concorrenza proveniente non solo dai Paesi dell'Est Europa vedi Russia o Bielorussia ma anche da quelli latini come ad esempio la Spagna.

Tokyo 2020 ancora è da venire ma prenotare un posto sul podio potrebbe non essere un semplice sogno fatto in una tiepida domenica settembrina.

Antonio Rossano

Ginnasticando.it

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments