Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 19 Novembre 2018

Nella sede dell’Accademia Internazionale di Ginnastica Ritmica a Desio, si svolgerà nella giornata di domani, sabato 17 Novembre, un allenamento di controllo per le ginnaste della categoria Allieve Gold.
A guidare l’allenamento saranno la Direttrice Tecnica Nazionale per la sezione Ritmica Emanuela Maccarani e la responsabile delle squadre nazionali per le individualiste Elena Aliprandi.
Le ginnaste invitate sono:
 
  • Alice Capozucco (Armonia d'Abruzzo),
  • Martina Lamberti (Polimnia Ritmica Romana),
  • Viola Sella (Forza e Coraggio Milano),
  • Alice Taglietti (P.G.S. Auxilium Genova).

Con i campionati di Serie A e B momentaneamente fermi e il Campionato di Squadra Allieve Gold a pochi giorni dal via, si è disputata nel fine settimana appena trascorso tra Biella, Pisa e Nocera Inferiore la seconda prova del campionato di Serie C.

A Biella, si è tenuta la gara riservata alle squadre della zone tecniche 1 e 2, che ha regalato qualche sorpresa sul podio del Nord-Ovest.
Nella competizione riservata alla zona tecnica 1, la Ginnastica Valentia conquista anche la seconda prova con un totale di 82.350 e migliorando di 4.35 punti rispetto alla precedente di Imperia. Seguono le torinesi dell’Eurogymnica con 81.850 e l’ASD Ritmica VCO, terza con 75.100, entrambe fuori dal podio tre settimane prima.
Nella zona tecnica 2, il podio rimane lo stesso della prima prova, che ha visto la seconda vittoria della Polisportiva Varese con 83.200, seguite dall’Olimpia Senago con 81.250 e dalla Ginnastica Fly Gozzano con 79.450.

A Pisa, sono scese in pedana le ginnaste della zone tecniche 3 e 4.
Nella competizione per la zona tecnica 3 si è assistito ad un cambio di vertice nella prima posizione, con la vittoria del Club Giardino di Carpi che ha totalizzato 85.650. Con loro sul podio la Ginnastica Rimini, seconda con 84.550 e le spoletine della “La Fenice”, terze classificate con 72.200, con un distacco di quasi 13 punti dall’argento.
Per la zona tecnica 4, si è assistito alla seconda vittoria della Raffaello Motto di Viareggio, che con 75.650 vince la tappa, seguite dall’Iris di Firenze con 75.200 e dall’Arcobaleno Prato, che chiude il podio con 74.150.

E concludiamo il nostro resoconto della seconda prova di Serie C con la competizione riservata alle zone tecniche 5 e 6, che hanno gareggiato a Nocera Inferiore.
Per la zona tecnica 5, la vittoria è andata alle salernitane della Poseidon, che con il punteggio di 76.950 vince la prova, migliorando di sei punti quanto fatto tre settimane prima a Molfetta. Seconde, con il punteggio di 69.850, la squadra ospite, l’ASD Evoluzione Danza e terze le ginnaste dell’ASD Tyche di Martina Franca, con 67.850.
Per la zona tecnica 6, nessuna sorpresa sul podio, che ha visto la vittoria delle catanesi della Gymnasium, oro con 79.200, seguite dalla Kines di Catanzaro con 73.700 e dall’A.S.D. Hobby Sport, che ha chiuso la gara con 41.600.

Nella sezione degli allegati, è possibile scaricare le classifiche complete per ogni zona tecnica.

Il prossimo e ultimo appuntamento sarà l’1 e 2 Dicembre a Verona (Zona Tecnica 1 e 2), Foligno (Zona Tecnica 3 e 4) e Catania (Zona Tecnica 5 e 6). Alla fine delle prove, conosceremo i nomi delle sei squadre che il prossimo anno accederanno al campionato di Serie B.

Sabato 17 Novembre alle 17:30 al “Palaberta” di Montegrotto Terme, gli appassionati della Ginnastica Italiana ed internazionale avranno l’occasione di assistere al “Gran Galà delle Stelle”, organizzato dalla società “5 cerchi” e che vedrà la presenza di ginnasti provenienti dall’Italia e dall’estero.

Gli spettatori potranno ammirare le evoluzioni ginniche delle russe Angelina Simakova, Elena Eremina, Alexandra Schekoldina, Ksenia Klimenko, Anastasia Iliankova e Aliya Mustafina, tutte reduci dal titolo di vicecampionesse del mondo nel concorso per nazioni conquistato al mondiale di Artistica, concluso a Doha alcuni giorni fa.

Ci sarà anche grande attenzione per la presenza delle ginnaste di casa nostra, come le ragazze della GAL Lissone, vicecampionesse d’Italia nel Campionato di Serie A di Ginnastica Artistica e dei ragazzi della Ginnastica Acrobatica Grugliasco, che ha preso parte alle finali del talentItalia’s Got Talent. Da non dimenticare la duevolte medaglia di bronzo agli ultimi mondiali di Ginnastica Ritmica Alexandra Agiurgiuculese e della giovane promessa dei piccoli attrezzi Giulia Bricchi, allenata dall’argento a squadre alle Olimpiadi di Atene 2004 Laura Vernizzi.

A completare la line-up, alcune delle realtà ginniche patavine come l’Ardor Padova, la Società Ginnastica 5 Cerchi, l’ASD Aurora Montegrotto e la Twirling Terme Euganee che si esibiranno sulla pedana del Palaberta.

I biglietti d’ingresso saranno disponibili direttamente al palazzetto la sera dell’evento o in prevendita inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Russa Yulia Bravikova ha annunciato il ritiro dall’attività agonistica a seguito del riacutizzarsi di un infortunio da stress al piede sinistro che la tormentava da diversi mesi.

La diciannovenne nativa di Orel, non è nuova a problemi fisici, dal momento che ha mancato la partecipazione alle Olimpiadi Giovanili del 2014 proprio a seguito di un altro infortunio, subito un mese prima della competizione.

Rientrata in un “ottimo” stato di forma solo nella passata stagione e con un’allenatrice d’eccezione, la tre-volte vicecampionessa del mondo Daria Kondakova, Yulia ritorna a gareggiare al Grand Prix di Mosca, concludendo al settimo posto nel concorso generale e vincendo l’argento nella finale col cerchio. Di seguito, continua a lasciare il segno salendo sui podi delle tappe di Grand Prix di Kiev, Thiais, Marbella e Holon, oltre alla finale di Eilat, dove in quell’occasione ha conquistato 5 medaglie d’oro nel concorso generale e nelle finali per attrezzo.
Nello stesso anno, ha partecipato alle tappe di World Challenge Cup a Portimao, Berlino e Minsk e alle universiadi di Taipei insieme a Ekaterina Selezneva, vincendo l’oro nel concorso generale e nelle finali a cerchio, clavette e nastro, oltre ad un argento alla palla. Mentre da Junior, ha gareggiato all’europeo di categoria del 2014 conquistando l’oro nel concorso per nazioni (assieme a Irina Annenkova, Olesya Petrova e Veronika Polyakova) e nella finale col cerchio.

In Italia, si è fatta notare solo in un paio di occasioni, la prima nel 2014 nel Torneo Internazionale Junior svolto durante la tappa di Coppa del Mondo a Pesaro (vedi foto) e la seconda nemmeno un anno fa, quando ha partecipato al campionato di Serie A2 con la Virtus Giussano, con la quale ha concluso al terzo posto nella classifica a squadre.

Sui suoi progetti futuri, Yulia ha dichiarato che non lascerà del tutto il mondo della Ginnastica, infatti, ha già incominciato ad allenare le piccole promesse della sua città natale insieme alla sua prima allenatrice, ed è intenzionata a tenere delle master-class in giro per il mondo, come le sue “colleghe” olimpioniche Margarita Mamun e Yana Kudryatseva.

 

Sabato 27 e Domenica 28 Ottobre si è svolta tra Castelletto Ticino e Viareggio la fase interregionale del campionato di squadra per la categoria allieve, che ha visto impegnate le ginnaste della categoria Gold1 e Gold2 (nate nelle annate tra il 2006 e il 2010) e della Gold3 (nate tra il 2008 e 2010), che le ha viste svolgere un esercizio collettivo a corpo libero, un esercizio in “successione”, una routine individuale e un esercizio di coppia, quest’ultimo non previsto per la categoria Gold3.

A Castelletto Ticino, è andata in scena la competizione riservata alle zone tecniche 1 e 2 che hanno visto in pedana le piccole ginnaste del Nord Italia.

Per la zona tecnica 1, nella categoria Gold1 la vittoria è andata alle milanesi della Forza e Coraggio, che con il totale di 57.550 si è aggiudicata la competizione. Seguono sul podio le torinesi di Eurogymnica con 54.200 e le genovesi dell’Auxilium con 48.150.
Per la categoria Gold2, la vittoria è andata alle ragazze della Virtus Giussano, oro con 51.550. Con loro sul podio la Ritmica Piemonte con 48.750 e l’ASD Vera, con 46.150.
Nella categoria Gold3, la vittoria è andata alla Società Ginnastica Concordia con 35.150, seguita dalla Ginnastica Riboli con 33.550 e dalla ASD Virtus Gallarate, bronzo a mezzo punto di distanza dalla seconda classificata.

Per la zona tecnica 2, l’ASU di Udine vince la competizione nella categoria Gold1 con il punteggio di 54.150, seguita da due delegazioni dell’Emilia-Romagna: la Endas Cervia, seconda con 51.850 e la Gymnica 96 di Forlì, terza con 50.400.
Lo stesso podio della Gold1 si ripete per due terzi nella Gold2 con un altro successo dell’ASU di Udine, che con il punteggio di 48.600 precede l’Endas Cervia, sul podio con 46.750 e le venete della Ginnastica Patavium, bronzo con 45.900.
Nella Gold3, sono andate a podio l’Endas Cervia d’oro con 37.550, seguite dalla Gymnica ’96 Forlì con 35.250 e dalla ASD G.S. Sambughé, bronzo con 31.650.

Nelle stesse ore, a Viareggio, sono scese in pedana le ginnaste delle zone tecniche 3,4 e 5 del Centro e Sud Italia.

Nella zona tecnica 3, podio tutto romano per la Gold1 con le ginnaste della Polimnia Ritmica Romana, Ginnastica Flaminio e Ginnastica Marino che hanno chiuso la gara con rispettivamente 54.250, 49.050 e 41.150.
Nella Gold2, la vittoria è andata alla squadra di casa, la Raffaello Motto, che chiude la gara con 51.000. Seguono sul podio la Ginnastica Flaminio con 47.700 e la Ginnastica Ritmica Albachiara, a 0.20 dall’argento.
Nella Gold3 le viareggine ripetono l’impresa chiudendo prime con 40.750 e dividendo il podio con l’Etruria Prato e la Ginnastica Opera, che concludono la gara con rispettivamente 35.400 e 33.200.

Nella zona tecnica 4, la Gold1 ha visto la vittoria dell’Armonia d’Abruzzo con 51.750, seguite dalle pesaresi della Gimnall con 50.250 e dalle umbre della polisportiva La Fenice di Spoleto, bronzo con 45.300.
Per la Gold2, vittoria importante dell’Aurora Fano che conquista il primo posto con 57.850, seguita dall’Armonia d’Abruzzo con 53.050 e dalla Ginnastica Fabriano, con 49.650.
Nella Gold3, oro alla Ginnastica Fabriano con 39.050, seguite dall’Armonia d’Abruzzo con 34.350 e dalla Gimnall con 32.700.

Chiudiamo con la zona tecnica 5, che ha visto nella Gold1 la vittoria dell’Iris Giovinazzo con 56.650, seguite dall’Areté di Misterbianco con 46.450 e dalla ASD Juvenilia con 43.350.
Per la Gold2, l’oro va alla Gymnasium Ginnastica con 52.700, seguite dalle salentine della Doria Gym con 47.850 e dalla ASD Gymacademy con 46.100.
Nella Gold3, seconda vittoria per la Gymnasium Ginnastica con 39.650, seguite ancora una volta dalla Doria Gym con 36.000 e dalla ASD Relevé Ritmica di Brindisi, bronzo con 33.850.

Conclusa la Fase Interregionale, ora gli occhi sono tutti puntati sulla Fase Nazionale di Desio, che avrà luogo dal 16 al 18 Novembre.

Nella sezione degli allegati è possibile trovare le classifiche complete e le ammissioni alla Fase Nazionale.

Con le finali per attrezzo, si è conclusa l’ultima tappa del circuito dei Grand Prix, quest’anno ospitato a Marbella, in Spagna.

Nella prima delle quattro finali, quella col cerchio, la vittoria è andata alla russa Maria Sergeeva che con 19.450 si è aggiudicata l’unica medaglia di tutta la giornata. Con lei, sul podio sono salite l’altra russa Ekaterina Selezneva e l’ucraina Yanika Vartlaan, che hanno totalizzato rispettivamente 19.300 e 18.400. Fuori dal podio l’oro nel concorso generale Vlada Nikolchenko, che per 0.10 si vede sfuggire il bronzo.

Nella finale alla palla, è Ekaterina Selezneva a dominare sulle nove ginnaste in gara e a portare a casa l’oro con un “punteggione” di 20.050. L’argento va a Vlada Nikolchenko, seconda con 18.750 e il bronzo alla bielorussa Alina Harnasko, già argento nel concorso generale del giorno prima, che totalizza un 18.350, a 0.40 dalla seconda piazza.

Alle clavette è Vlada Nikolchenko a dominare la finale chiudendo con 19.800, seguita dall’americana Nastasya Generalova con 17.250 e dalla russa Polina Khonina con 16.800, quest’ultima a tre punti dal primo posto. Quarta e giù dal podio Ekaterina Selezneva, che chiude a 0.10 dal bronzo.

Nell’ultima finale, quella col nastro, la vittoria è andata ancora una volta a Vlada Nikolchenko, oro con 19.150, seguita dalle russe Ekaterina Selezneva e Polina Khonina, argento e bronzo con rispettivamente 17.950 e 17.200. Quarta classificata, a 0.80 dal terzo gradino del podio, l’atleta di casa Maria Añó, che ha chiuso le altre tre finali in ultima posizione.

Nella città andalusa di Marbella, ha preso il via la “due giorni” dedicata ai piccoli attrezzi, con la finale del Grand Prix.

La competizione odierna ha presentato 18 ginnaste provenienti da 9 paesi. Grazie alla possibilità di ospitare una tappa del circuito del Grand Prix nel corso dell’anno corrente, delegazioni come Russia, Ucraina, Israele e Repubblica Ceca hanno avuto l’opportunità di portare in gara più di 2 ginnaste per nazione.

A vivacizzare questa prima giornata l’esibizione di Natalia Garcia (assente in questa stagione per un infortunio all’anca) e quella di Lourdes Mohedano, medaglia d’argento olimpica a squadre a Rio

A vincere la competizione è stata l’ucraina Vlada Nikolchenko, che col totale sui quattro attrezzi di 77.050 si porta a casa il titolo nel concorso generale. Con lei sul podio la bielorussa Alina Harnasko, argento con 73.450 e la russa Ekaterina Selezneva, bronzo con 72.400.

Assenti da questa competizione le ginnaste italiane, che in questo fine settimana hanno preso parte ad un’altra gara in terra iberica: la Liga Iberdrola.

A Marbella, invece, la situazione si definirà con la fine della competizione nel pomeriggio di domani con le finali per attrezzo.

Nella sezione degli allegati è possibile trovare la classifica completa dell’all-around e i nomi delle finaliste di domani.

A poche ore dall’inizio del mondiale di Ginnastica Artistica, per l’Italia dei grandi attrezzi al femminile ci sono già problemi: Caterina Cereghetti, in forza al Centro Sport Bollate, ha avuto un trauma al gomito che le impedirà di partecipare alle qualifiche del concorso per nazioni.

Con l’infortunio di Caterina, è stato definito il quintetto che scenderà in campo gara e sarà composto da Lara Mori, Martina Rizzelli, Martina Basile, Sara Ricciardi e Irene Lanza.

L’ordine di salita sarà comunicato nei prossimi due giorni, durante la qualificazione per la categoria maschile.

A Caterina, la redazione di Ginnasticando manda un augurio di pronta guarigione!

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments